thumbnail Ciao,

I bianconeri sono già al lavoro in vista del match con lo Shaktar. Domani partenza anticipata per Donetsk. Chiellini in forte dubbio, a centrocampo tornano Vidal e Asamoah.

Nemmeno il tempo di festeggiare il successo nel derby, che la Juventus torna già al lavoro. I ragazzi di Conte, infatti, questa mattina si sono ritrovati a Vinovo: seduta defaticante per chi ha giocato ieri, allenamento per gli altri. Domani i bianconeri partiranno per l'Ucraina, in anticipo di un giorno rispetto alle consuete trasferte europee. il volo per Donetsk, infatti, dura 3 ore e mezza: troppe da affrontare all'immediata vigilia di un match di fondamentale importanza.

La Juventus, allora, partirà domani alle 15 dall'areoporto di Caselle, con arrivo in terra ucraina previsto per le ore 19,30, le 18,30 in Italia. Martedì è prevista la conferenza stampa di Angelo Alessio e di un giocatore, e poi l'allenamento di rifinitura al Donbas Arena.

Dicevamo, match di fondamentale importanza. Sì, perché la Juve ha un unico obiettivo: passare il turno, e per farlo deve quantomeno ottenere un pareggio. La vittoria, però, sarebbe la ciliegina sulla torta, in quanto consentirebbe ai bianconeri di accedere agli ottavi di finale, avendo la certezza di evitare corazzate come Barcellona e Bayern Monaco.

Per quanto riguarda la formazione, Antonio Conte dovrà fare a meno di Claudio Marchisio, squalificato, mentre è in forte dubbio la presenza di Giorgio Chiellini, costretto a dare forfeit nel derby per il riacutizzarsi di un dolore al polpaccio sinistro. Quasi certe anche l'assenza di Caceres, ko per un problema alla caviglia. In mezzo al campo, però, il tecnico salentino potrà lanciare dal primo minuto Arturo Vidal, il guerriero, tenuto a riposo nel derby, e Kwadwo Asamoah, tornando così al 3-5-2.

Qualora Chiellini non dovesse farcela, potrebbe toccare a Lucio affiancare Barzagli e Bonucci. Sulla destra dovrebbe tornare Isla, mentre al posto di Marchisio si candida per una maglia da titolare Paul Pogba, autore di un ottimo match contro il  Torino. In avanti, uno tra Giovinco e Quagliarella affiancherà l'inamovibile Mirko Vucinic.

Sullo stesso argomento