thumbnail Ciao,

L'attaccante dello Shakhtar, che ieri ha siglato un goal clamorosamente contrario a tutte le regole del fair-play, ha fatto nuovamente infuriare i danesi del Nordsjaelland...

"Sono contento per i 3 goal segnati, anche per il primo". Niente da fare, Luiz Adriano, come direbbero a Roma, deve essere proprio 'de coccio'. Evidentemente, il pur talentuoso attaccante dello Shakhtar non conosce minimamente le regole del fair-play. Non solo segna un goal in maniera scorrettissima, ma non ritiene nemmeno di doversi giustificare.

I fatti sono noti ormai a tutti: siamo a ieri sera, il Nordsjaelland è in vantaggio per 1-0 e mette fuori il pallone per l'infortunio occorso ad un proprio giocatore. Willian si incarica di restituire la sfera ai danesi, ed effettivamente lo fa, calciando lungo verso il portiere avversario Hansen. Solo che, incredibilmente, il suo passaggio senza pretese diventa un assist per Luiz Adriano, che si invola verso la porta, scarta Hansen e deposita in rete.

"Sono felice per tutti i goal, anche per il primo, e ovviamente per la vittoria", è stato il commento odierno dell'attaccante brasiliano che, per la verità, anche ieri in campo aveva fatto lo gnorri, nonostante le vibranti e sacrosante proteste danesi. Dopo la 'rete dello scandalo', Adriano ne ha poi realizzate altre due, per la sua personale tripletta (lo Shakhtar ha vinto alla fine per 5-2).

Ora toccherà alla Juventus incrociare gli ucraini nell'ultima giornata del girone E di Champions. Un avviso ai bianconeri: occhio a quel brasiliano mica tanto corretto...

Sullo stesso argomento