thumbnail Ciao,

Fatale al tecnico italiano la sconfitta subita in Champions League contro la squadra allenata da Antonio Conte, vittoriosa per 3-0.

E' costata cara a Roberto Di Matteo la sconfitta subita dal suo Chelsea sul campo della Juventus in Champions League. E' infatti ufficiale l'esonero del tecnico italo-svizzero dalla panchina dei Blues, sulla quale lo scorso maggio ha conquistato a Monaco di Baviera la 'coppa dalle grandi orecchie'.

Ecco il comunicato emesso sul sito ufficiale del club: "Gli ultimi risultati e le prestazioni della squadra non sono stati buoni e quindi la dirigenza è convinta che serva necessariamente un cambio di direzione per far sì che la squadra possa affrontare al meglio questa parte essenziale della stagione. L'obiettivo vuole essere quello di mantenere la squadra il più tempo possibile all'interno di tutte le competizioni alle quali sta partecipando".

Successivamente arriva il ringraziamento a Di Matteo: "La dirigenza ringrazia Roberto Di Matteo per quello che ha fatto al club, portando lo storico successo in Champions e la settima FA Cup. Il suo contributo alla storia del club non verrà mai dimenticato e sarà sempre il benvenuto a Stamford Bridge. A breve verrà emesso un ulteriore comunicato riguardante l'annuncio della guida tecnica della squadra".

Di Matteo paga sicuramente la quasi-eliminazione dalla competizione (basterà a bianconeri ed ucraini un pareggio nell'ultimo turno) e la situazione in campionato, dove la squadra non vince dallo scorso 20 ottobre ed è stata scavalcata in classifica sia dal City che dallo United.

Abramovich, che nonostante il successo europeo sembra non aver mai gradito particolarmente il gioco attuato dal tecnico italiano (sicuramente non avrà gradito la scelta di giocare con Hazard finto centravanti dietro Mata ed Oscar con l'unica punta vera Torres in panchina), non ci ha pensato due volte a dargli il benservito.

La scelta del nuovo tecnico dovrà per forza arrivare a breve termine, visto che nel mese di dicembre i campioni d'Europa in carica saranno impegnati nel Mondiale per Club in Giappone. Il preferito del magnate russo, lo si sa, è Pep Guardiola, che per il momento non ha intenzione di rilevare la panchina dei Blues. In pole, così, c'è Rafa Benitez.

Sullo stesso argomento