thumbnail Ciao,

Milan a Bruxelles, Allegri tira a lucido Pato: "E' importante in Europa, può essere la sua partita"

Il tecnico rossonero: "Sarà una partita molto difficile, come quelle dell'ultimo periodo. Speriamo di non fare rimonte e di andare in vantaggio. Ultimamente andiamo sotto spesso"

"Domani può essere la partita di Pato". Massimiliano Allegri si sbilancia nella conferenza stampa alla vigilia della gara di Champions League contro l'Anderlecht. Da Bruxelles il tecnico del Milan scommette sul brasiliano: "E' un giocatore che, a livello europeo, è importante. Potrebbe essere la sua partita. Devo ancora decidere e sono contento dell'apporto che danno quelli che entrano in campo dalla panchina. La dimostrazione è sabato con Robinho, Pazzini e Niang. Abbiamo avuto diverse occasioni per vincere la partita".

Domani Allegri si aspetta una gara ostica: "Sarà una partita molto difficile, come quelle dell'ultimo periodo. La Champions è una competizione molto difficile e ce la metteremo tutta per fare bene. Speriamo di non fare rimonte e di andare in vantaggio. Ultimamente andiamo sotto spesso e a volte le rimonte non riescono".

A Napoli però ha visto segnali incoraggianti: "Nel complesso, quella di Napoli, è stata una buona prestazione. Ci sono stati degli errori singoli e ci possono stare. Con la Fiorentina non siamo risuciti a rimontare. Domani sarà una partita diversa. Sarà difficile ma la squadra sta bene a livello fisico".

Tra le note positive Boateng e Robinho: "Boa sabato ha fatto una buona partita sul piano dell'intensità e a livello tecnico. E' un buon segnale per lui e per noi. Binho ha dato una gran palla che solo i campioni sanno dare". Male invece Abbiati, ma Allegri conferma la fiducia nel portiere rossonero: "Nessun problema. Ha fatto un errore come lo possono fare tutti".

Il Milan spera di poter chiudere già domani il discorso qualificazione: "Non sono soddisfatto della classifica del girone ma se abbiamo questi punti, vuol dire che ce li meritiamo. Avrei preferito avere 9 punti ma adesso abbiamo due partite e dobbiamo fare bene per passare il turno. Bisogna pensare alla partita di domani. Domani sapremo già il risultato dello Zenit e la qualificazione sarà aperta fino alla fine. Credo che si deciderà tutto all'ultima giornata".
 
Allegri spera però che la squadra possa rialzare la china dopo mesi di difficoltà: "Per quel che riguarda la Champions avevo detto che sarebbe stato equilibrato e lo sarà fino alla fine. In campionato, nonostante partite non brillantissime, potevamo avere qualche punto in più. La squadra sta bene sia fisicamente che mentalmente. Abbiamo un mese importante da qui fino alla pausa di Natale".

Ha avuto senza dubbio effetti positivi la visita di Berlusconi: "I consigli del presidente contano sempre. La sua visita è stata importante per tutta la squadra e per l'ambiente. Credo che parlare con lui di calcio è sempre un piacere".

Sullo stesso argomento