thumbnail Ciao,

L'influenza è superata e gli toccherà una maglia da titolare, a Conte il compito di scegliere il suo partner d'attacco. Bendtner intanto giura fedeltà.

Sarà una serata di grandissimo calcio quella che si appresta a vivere lo Juventus Stadium. A Torino infatti, la Juventus affronta i campioni d'Europa del Chelsea in un match decisivo per il suo cammino in Champions League.

E' una di quelle partite da sogno alle quali nessuno vuole mancare e per le quali tutti sono disposti a stringere i denti. Chiedere per conferma a Mirko Vucinic che, in serio dubbio fino a 24 ore fa, ieri è tornato a correre mettendosi a piena disposizione di Antonio Conte.

L'influenza è superata e gli toccherà una maglia da titolare, a Conte il compito di scegliere il suo partner d'attacco. Giovinco sembra il favorito, Quagliarella però lo insidia mentre un attimo più staccato sembra Matri.

Chi non sembra aver al momento possibilità di scendere in campo dal 1' è Bendtner. Il danese non sta trovando grandissimo spazio e su di lui iniziano a circolare voci di mercato relative ad un suo ritorno in Inghilterra. Lo stesso Bendtner non le ha smentite, salvo poi tornare parzialmente sui suoi passi: "Sono dove voglio essere, in un grande club che gioca la Champions. Al momento il mio futuro è alla Juventus".

Ieri intanto, a Vinovo si sono visti Andrea Agnelli e Pavel Nedved. Il presidente ha voluto incontrare la squadra alla vigilia di un match importantissimo nel quale non si può fallire.

Sullo stesso argomento