thumbnail Ciao,

Lunedì inizierà la vendita dei biglietti per la sfida in programma il 20 novembre allo Juventus Stadium, destinato a riempirsi in ogni ordine di posti nonostante i prezzi elevati.

Quando si parla di partita dell'anno, a Torino, sponda bianconera, si parla di Juventus-Chelsea. La sfida del 20 novembre allo Juventus Stadium racchiude in sè molteplici significati: è la rivincita dell'eliminazione subita agli ottavi quattro anni fa, è la gara da dentro o fuori contro i campioni in carica.

I prezzi dei biglietti - 45 euro il posto in curva, 130 in tribuna centrale - non spaventeranno di certo i tifosi, pronti a riempire la casa di Madama in ogni ordine di posti. La vendità dei tagliandi inizierà lunedì prossimo, ma le previsioni parlano già di sold out con tanto di record di incassi che polverizzerebbe quello di 1,71 milioni di euro fatto registrare per la partita con l'Inter dello scorso anno.

Qualcuno, però, è pronto a rovinare la festa biaconera. Roberto Di Matteo, galvanizzato dalla vittoria all'ultimo secondo del suo Chelsea contro lo Shakthar, non vede l'ora di fare lo sgambetto alla Vecchia Signora: "Ora c’è la gara in casa della Juventus e ce la giocaremo perché abbiamo l’obbligo di difendere il titolo conquistato l’anno scorso. Oltre a dover vincere l’ultima gara contro il Nordsjaelland, ci servirà un risultato utile anche a Torino", le parole del tecnico riportate da 'Tuttosport'.

Contro la Juventus potrebbero tornare anche quegli uomini di esperienza che sono mancati ai Blues nelle ultime partite: "Ci è mancata un po’ di esperienza per le assenze, oltre che di Cole, anche di Lampard e John Terry - osserva Di Matteo - . Ma chi è sceso in campo ha fatto molto bene e merita i complimenti. Però dobbiamo migliorare l’organizzazione difensiva. Penso che le squadre che ci affrontano hanno una motivazione in più perché vogliono battere i campioni in carica".

Sullo stesso argomento