thumbnail Ciao,

Dopo il pareggio interno con il Borussia Dortumund Mourinho polemizza sulla competitività di alcuni gironi di Champions, ma non dispera: "Siamo secondo ad un punto dalla prima".

Quando i risultati stentano è anche alla cabala e alle statistiche che ci si appella per veder il bicchiere mezzo pieno o un raggio di sole nel cielo plumbeo. Da questo punto di vista il tecnico del Real Madrid Josè Mourinho è in una botte d'acciaio: "Non sono affatto preoccupato - ha dichiarato il portoghese -, anche perchè quando ho vinto la Champions con Porto e Inter avevo chiuso il girone al secondo posto".

Dopo il pareggio interno contro il Borussia Dortmund però si sono assottigliate le possibilità che i 'blancos' chiudano al vertice del girone, anche se il tecnico dei madrileni non è dello stesso avviso: "Siamo secondi, ad un punto dalla prima, tutto può ancora succedere". Ed è vero: il Borussia detta legge a quota 8 punti, ma il Real Madrid avrà la possibilità a Manchester e in casa con l'Ajax di tornare a insidiare il primato tedesco.

Ma può esserci una dichiarazione di Mourinho priva di una qualche polemica? Assolutamente no, infatti l'allenatore del Real ha così commentato la composizione dei gironi di Champions: "Non sono un esordiente, so che qui a Madrid vogliono vincere la Champions League. Preferisco combattere in questo gruppo di ferro piuttosto che guardare le partite dei gironi che sembrano gare di Europa League".

Con l'assegnazione del Pallone d'Oro in avvicinamento, fa specie non vedere Cristiano Ronaldo tra i marcatori, anche se per Josè Mourinho la stella dell'asso lusitano è tutt'altro che spenta: "Ronaldo? Ha fatto una grande partita, come sempre". Sono state già 5 le marcature di CR7 in quest'edizione, in sole quattro presenze, quindi come dare torto al tecnico?

Sullo stesso argomento