thumbnail Ciao,

Il tecnico italiano non verrà squalificato dopo lo sfogo avuto al termine del match di Champions League pareggiato contro l'Ajax.

Lo sfogo contro l’arbitro Peter Rasmussen al termine della sfida contro l’Ajax non costerà caro a Roberto Mancini. La sezione disciplinare della UEFA ha infatti fatto sapere che "non è stato riportato nulla in tal senso nè dal direttore di gara nè dagli altri delegati Uefa".

Al termine della partita Mancini, indispettito dalla mancata assegnazione di un goal regolare e di un calcio di rigore, si è piombato al cospetto di Rasmussen, chiedendogli spiegazioni con toni molto accesi. ‘Era goal. Sei ridicolo’, sarebbero le parole gridate da Mancini all’indirizzo dell’ufficiale di gara.

Mancini quindi, a differenza del suo collega Wenger, non verrà sanzionato. Due stagioni il francese fu multato e sospeso per una giornata per aver insultato l’arbitro Busacca nel post di Arsenal–Barcellona, partita che segnò l’eliminazione dei Gunners dalla Champions League 2010-2011.

Come se non bastasse Mancini è stato protagonista di un altro diverbio; questa volta il suo bersaglio è stato un cameraman di ITV, televisione privata inglese, colpevole, secondo il tecnico, di aver seguito troppo da vicino il susseguirsi delle proteste.

Rispondendo ai giornalisti che avevano in precedenza speculato sull’accaduto, Mancini ha detto: “L’operatore voleva fare un film su di me e mi stava seguendo per tutto il campo. Io gli ho solo detto ‘finiscila, vattene’. Questo non è un film su di me, è solo una partita di calcio".

Sullo stesso argomento