thumbnail Ciao,

Il tecnico di Reggiolo non drammatizza il ko subìto dai suoi in terra lusitana: "Era l'impegno più difficile, abbiamo fatto bene per tutto il mese di settembre".

Un passaggio a vuoto. Così Carlo Ancelotti definisce il ko del suo Psg sul campo del Porto. Forse il facile successo sulla Dinamo Kiev aveva illuso un po' tutti, o forse vanno dati anche i giusti meriti ai lusitani, fatto sta che la prova offerta stasera dai parigini è stata tutt'altro che brillante. E 'Carletto' lo sa molto bene.

"E' un passaggio a vuoto, ma rientra nella logica, in un momento come questo in cui stiamo costruendo una squadra - le sue parole a fine gara a 'Mediaset Premium' - Abbiamo fatto bene per tutto il mese di settembre, questo era l'impegno più difficile, ma ad ogni modo abbiamo avuto anche noi le nostre possibilità di fare goal".

Quello di stasera, secondo Ancelotti, è stato un test "probante, abbiamo trovato una squadra molto scaltra con ottime qualità". Questa la sua disamina della gara: "Nel primo tempo abbiamo retto, anche se abbiamo sofferto un po' soprattutto per mancanza di esperienza, ma questi sono passaggi normali nella costruzione di una squadra, non credo sia un problema".

Le cose sono peggiorate nella ripresa, quando ha fatto il suo ingresso (brevissimo, solo 7' in campo) l'ex Napoli Lavezzi, subito sostituito da Pastore, non si sa per infortunio o per una bocciatura tattica. Ancelotti non chiarisce al 100% il mistero: "Lavezzi ha avuto un problema e purtroppo non ha potuto continuare a giocare", il suo laconico commento.

Infine, un pensiero speciale al Milan, che evidentemente è ancora nel cuore del tecnico di Reggiolo: "Ha conquistato una vittoria importante, mi fa piacere, spero serva loro per riprendersi".

Sullo stesso argomento