thumbnail Ciao,

Il tecnico rossonero è molto soddisfatto per la prova offerta dai suoi, soprattutto sul piano del carattere. Quella di stasera, a suo dire, non è una vittoria scaccia-crisi...

"Ci serviva fare risultato in Russia". Non si nasconde Massimiliano Allegri dopo il successo del Milan sul campo dello Zenit, nella seconda giornata del gruppo C di Champions. La squadra, a suo dire, è stata brava a reagire psicologicamente, dopo che i russi erano riusciti a rimontare il doppio svantaggio. Per fortuna nel finale è arrivata l'autorete di Hubocan, con la decisiva partecipazione del neoentrato Pazzini.

"Siamo partiti molto bene, siamo stati padroni del campo e il 2 a 0 lo abbiamo legittimato - ha spiegato il tecnico rossonero a fine gara - Loro hanno trovato il goal nel finale di tempo, in un momento cruciale, e poi all'inizio del secondo: potevamo subire un blocco psicologico, forse io potevo intervenire prima con delle modifiche tattiche, ma i ragazzi sono stati bravi a resistere, a reagire e a cercare la vittoria".

Allegri, in definitiva, si è detto contento della prestazione offerta dalla squadra. E non è vero, aggiunge, che quella di stasera sia una vittoria scaccia-crisi.

"Sono i giornali a dire che siamo in crisi, ma non è vero, quindi questa vittoria non scaccia niente". L'orgoglio del Milan rifà capolino.

Sullo stesso argomento