thumbnail Ciao,

Ibra compie gli anni, Ancelotti ci scherza su: "Magari ci fa un regalo contro il Porto..."

Stasera i parigini affronteranno lostico Porto di Pereira: "E' una squadra con la stessa identità, dobbiamo avere il coraggio e la personalità di giocare in un campo difficile".

Il PSG ha iniziato a carbuare, ora chi lo fermerà? Ci proverà questa sera il Porto, una delle formazioni più ostiche d'Europa. Zlatan Ibrahimovic, fuoriclasse dei capitolini, compie 31 anni. Giusto in tempo, festeggiare con un goal e una vittoria sarebbe il massimo.

"Non abbiamo previsto di fargli nessun regalo, magari ne fa uno lui a noi" scherza Carlo Ancelotti in conferenza stampa. Partita che verrà gestita in contropiede: "Giocare all’italiana non è una brutta cosa considerando che l’Italia ha vinto il Mondiale nel 2006. Noi vogliamo fare il nostro gioco, ma contro il Porto dobbiamo anche pensare a difendere perché loro sono bravi nella fase offensiva".

Intanto, nella giornata di ieri, 'Le Parisien' ha pubblicato dichiarazioni di Thiago Silva poi smentite dallo stesso rbasiliano. Si parlava di retroguardia: "Sono più tranquillo con Alex , è più esperto". Si è poi puntualizzato: "Non ho detto che preferisco giocare con Alex, solo che ha più esperienza, mi scuso con Sakho , ma io non ho detto quelle cose".

Partiti Hulk e Falcao in due stagioni, i lusitani non hanno comunque perso smalto: "Non credo che il Porto si sia indebolito con la partenza di Hulk. E’ una squadra con la stessa identità, dobbiamo avere il coraggio e la personalità di giocare la partita su un campo difficile" ha concluso Ancelotti.

Sullo stesso argomento