thumbnail Ciao,

Il tecnico italiano che allena il club russo ammette che la sua squadra in questo momento sta attraversando una fase di difficoltà.

Dopo la pesante sconfitta subita nel primo turno di Champions League contro il Malaga, lo Zenit di San Pietroburgo di Luciano Spalletti domani dovrà necessariamente battere in casa il Milan per poter sperare ancora nella qualificazione alla seconda fase. In conferenza stampa ha parlato il tecnico italiano ex-Roma.

"Non c'è altro da dire, quella che giocheremo contro il Milan deve essere considerata la partita dell'anno, non dovesse arrivare la vittoria si potrebbe fare molto difficile il nostro cammino in Champions League. Fino ad oggi non ci siamo espressi al meglio, ma se invece torniamo sui nostri livelli siamo sicuramente in grado di poter vincere contro qualunque squadra".

Spalletti, che da molti viene considerato come uno dei possibili prossimi allenatori del Milan, ha anche parlato della situazione del suo collega Massimiliano Allegri: "Considero Allegri un allenatore che riesce ad abbinare sia qualità che quantità, ha molta confidenza con il lavoro che fa. Da allenatore ha le stesse qualità che gli si potevano riconoscere quando faceva il giocatore".

Un riferimento anche ai due nuovi arrivi, Hulk e Witsel: "Hulk è a disposizione, sa benissimo che può e deve fare meglio. Per quanto riguarda Witsel è invece a disposizione. Ripeto, sono convinto che la squadra saprà reagire, dobbiamo fare necessariamente meglio".

Sullo stesso argomento