thumbnail Ciao,

Il difensore vede molto bene il Psg per il prosieguo della massima competizione europea, anche meglio del suo ex club: "Qui sono felice e mi sento al top della mia carriera".

Thiago Silva è rimasto nel cuore di molti tifosi del Milan e l'affetto è perfettamente ricambiato. Adesso però il suo presente ha colori diversi e si chiama Paris Saint-Germain.

Dalle pagine di 'Le Parisien', il difensore ha parlato del suo passato, ma soprattutto del suo futuro. Senza voler fare uno sgarbo all'ex club, Thiago Silva ci ha tenuto a precisare un concetto: “In Champions possiamo arrivare più lontano del Milan e non solo perchè abbiamo Ibra. - ha sostenuto - Nè lui nè io possiamo vincere le partite da soli, quel che conta è il gruppo”.

"Devo confessare che senza Leonardo e Ancelotti sarei rimasto in Italia. - ha aggiunto - E' stata una scelta difficile, ma alla fine il progetto del club mi ha convinto. Qui sono felice, ho anche dei compagni di qualità e con uno come Alex al mio fianco mi sento tranquillo: sono sincero, adesso sono al momento top della mia carriera".

Poi sulle potenzialità economiche della proprietà: “Gli investimenti faranno salire il livello tecnico del campionato francese che non è il migliore del mondo, ma neanche il peggiore, rispetto alla serie A è più fisico, in Italia la tattica conta di più”.

Nelle sue parole c'è tanta soddisfazione, ma anche la consapevolezza di dover far bene: “Sono orgoglioso di essere stato il giocatore più caro nella storia del calcio francese, non l'avrei mai immaginato ed è chiaro che tutto questo aumenta le mie responsabilità, ma bisogna fare risultati”.


Sullo stesso argomento