thumbnail Ciao,

Se gli animi nello spogliatoio dei citizens sono roventi, lo stesso si può dire per quello di qualche tifoso illustre. Gallagher è stato espulso dagli spalti.

La prima giornata di Champions League, ha già regalato un match dalle emozioni infinite. Real Madrid e Manchester City infatti, hanno dato vita al Santiago Bernabeu ad una partita incredibile risoltasi solo al 90' a favore delle merengues e al termine di una rimonta clamorosa.

Il portiere del City, Joe Hart, a fine gara non ha nascosto la sua delusione: "E' difficile venire ai microfoni ed essere positivi dopo che si è perso 3-2. Come è possibile essere in vantaggio 2-1 a 5' dalla fine e poi perdere? Dobbiamo incolpare solo noi stessi di quanto accaduto e nessun altro".

Parole, quelle dell'estremo difensore inglese, che non sono piaciuta a Roberto Mancini: "Hart dovrebbe pensare a stara in porta e a parare. Se qualcuno deve criticare la squadra quello sono io e non lui. Sono io quello che deve giudicare, non Hart. Dovremmo essere delusi ma possiamo ancora migliorare. Altre squadre verranno qui a perdere, noi abbiamo altre cinque partite importanti, a partire da quella con il Borussia Dortmund".

Se gli animi nello spogliatoio dei citizens sono roventi, lo stesso si può dire per quello di qualche tifoso illustre. Ieri infatti, Liam Gallagher, ex leader degli Oasis e sfegatato fan del City, è stato addirittura espulso dagli spalti del Bernabeu. Ha pagato un'esultanza troppo focosa al vantaggio degli inglesi, ma anche le imprecazioni lanciate al goal di Cristiano Ronaldo.

Sullo stesso argomento