thumbnail Ciao,

Ibra vede un Psg competitivo in Champions: "Abbiamo qualità e potenzialità per fare bene. La promessa di Galliani? E' il passato..."

L'attaccante svedese non ha voluto in alcun modo commentare le dichiarazioni rilasciate a France Football dall'amministratore delegato rossonero.

Domani il Paris Saint Germain farà il suo esordio in Champions League contro la Dymano Kiev. C'è grande curiosità nel vedere all'opera in ambito europeo la squadra di Carlo Ancelotti. In conferenza stampa è intervenuto insieme al tecnico italiano l'attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic.

"Sarà un grande giorno per la società, siamo molto contenti. E' chiaro che quando si gioca in Europa c'è un livello di gioco più alto, ma credo che la nostra squadra abbia sia le qualità che le potenzialità per affrontare al meglio questa competizione. Personalmente gioco ogni torneo per vincerlo. E' vero che non ho mai vinto la Champions League, ma se non dovessi farlo neanche quest'anno non sarebbe una tragedia, è la vita".

Ibra ha poi parlato del prossimo avversario, la compagine ucraina: "Ad ogni modo, vittoria o meno, noi vogliamo dimostrare, dopo l'ottimo mercato estivo che la società ha fatto, di essere una grande squadra e di poter competere al meglio. In giro ho capito che tutti gli addetti ai lavori hanno grande rispetto per il Psg. Domani contro la Dynamo Kiev sarà una partita da vincere a tutti i costi, ma giocheremo contro una compagine che da molti anni affronta questa competizione e che ha giocatori contro i quali ho giocato spesso".

La conclusione è dedicata alle parole di Galliani, che non ha mantenuto la promessa di farlo restare al Milan: "Galliani ha detto che non ha mantenuto la promessa che mi aveva fatto di farmi restare in rossonero? E' successo quello che è successo, in questo momento per me la promessa di Galliani è solo il passato".

Sullo stesso argomento