thumbnail Ciao,

Il tecnico italiano sfiderà Josè Mourinho, colui che lo ha sostituito alla guida dell'Inter. "Si tratta di una gara molto difficile, giocheremo contro una super squadra".

La rabbia per il goal di mano messo a segno da Peter Crouch in Premier è già scomparsa, Roberto Mancini ha altro a cui pensare. Domani notte, infatti, il suo Manchester City volerà in Spagna per sfidare il Real Madrid nella prima gara di Champions League.

"La nostra mentalità ci porta ad andare su tutti i campi non per pareggiare o perdere, ma per vincere, e contro il Real Madrid non faremo nessuna eccezione" la sicurezza dell'ex tecnico interista in conferenza stampa. Domani se la vedrà con Mourinho, colui che lo sostituì alla guida dell'Inter. "Sappiamo che si tratta di una gara molto difficile, giocheremo contro una delle squadre più forti del mondo, ma dobbiamo fare tutto al meglio".

Un girone di ferro che si apre con una gara fantastica: "Lo sarà. Da vedere e anche da giocare, ma noi dobbiamo pensare solo a fare il nostro dovere e a portare a casa il bottino pieno. È sempre difficile affrontare formazioni come Real Madrid e Barcellona, club con una storia centenaria che hanno vinto tutto".

Nello stesso gruppo anche Borussia Dortmund e Ajax, Mancio ricorda la scorsa annata e l'eliminazione a opera del Napoli: "Credo che ci basterà collezionare lo stesso numero di punti dell'anno scorso per riuscire a qualificarci per la prossima fase".

Mancini, poi, intervistata da 'El Mundo Deportivo', fa capire che l'obiettivo, a lungo termine, del suo club è quello di eguagliare i successi del Real Madrid... "Noi abbiamo vinto alcuni trofei negli ultimi anni e vogliamo vincere ancora di più in futuro. E' chiaro che per eguagliare i successi del Real avremo magari bisogno di un centinaio d'anni, ma siamo determinati a vincere tanto nei prossimi anni".

Sullo stesso argomento