thumbnail Ciao,

Il presidente juventino sostituisce il dimissionario Paolillo nel Board dell'Eca, con l'appoggio di Moratti, la mediazione del milanista Gandini ed i complimenti di De Laurentiis.

L'unione fa la forza. Dal board dell'Eca arrivano buone notizie per tutto il calcio italiano, e per la Juventus in particolare. Il presidente bianconero Agnelli infatti, è entrato nel Board al posto del dimissionario Ernesto Paolillo grazie al decisivo appoggio del presidente dell'Inter Moratti.

Sarebbe infatti spettato al nerazzurro Fassone, così come riportato dalla 'Gazzetta dello Sport', sostituire anche nell'organismo europeo il proprio predecessore. Agnelli ha però fatto espressamente capire di gradire molto la possibilità di ricoprire quella carica, ricevendo l'ok di Moratti, convinto anche dal lavoro diplomatico svolto dal milanista Gandini e dalle parole del presidente del Bayern Rummenigge, che vede di buon occhio un ritorno in grande stile della Juventus anche nella stanza dei bottoni.

Agnelli dal canto suo si è presentato in Europa rivendicando il ruolo storico svolto dalla sua famiglia, e l'impegno da lui profuso in questi anni per ridisegnare il calcio italiano anche in ambito continentale. Il mandato del presidente bianconero scadrà comunque il 30 giugno del 2013, quando si terranno le elezioni per il direttivo.

A quel punto non è escluso che altri italiani si facciano avanti, in primis quel De Laurentiis che non ha mai fatto mistero di ambire a tale ruolo. Ieri però lo stesso patron azzurro ha provato a stemperare i toni con la Juventus, dopo le pesanti polemiche seguite alla gara di Supercoppa Italiana, congratulandosi con Agnelli per il nuovo incarico.


Sullo stesso argomento