Milan semplice comparsa in Europa? Allegri non ci sta: "In Champions tutto può succedere, continuo a sperare di arrivare in fondo". Intanto il 'rottamato' Seedorf infiamma il Brasile...

L'ex rossonero a segno con una doppietta con il suo Botafogo. Ma il buon Max sprizza ottimismo e spiega su cosa lavorerà: "In Italia vince chi ha la miglior difesa...".
Se pensavate che Massimiliano Allegri si fosse lasciato abbattere dal mercato non propriamente esaltante del suo Milan, dalla scoppola all'esordio con la Sampdoria, e dalle 'ramanzine' di Galliani, beh, allora siete fuori strada.

Il tecnico rossonero, infatti, dal Forum Uefa di Nyon, sprizza ottimismo anche in chiave Champions League, dove pure sono in molti a non accreditare il Diavolo di molte possibilità: "Il calcio è l'unico sport in cui chi è più debole può battere chi è più forte e la Champions è la competizione dove tutto può succedere, specialmente dopo la fase a gironi: basta una partita giocata male e recuperare diventa quasi impossibile".

"Ecco perché, pur ammettendo che Barcellona e Real Madrid sono fortissime, continuo a sperare che arriveremo in fondo - continua Allegri - La Juventus più considerata di noi dagli altri tecnici? Ripeto, la fortuna in questi anni ha mostrato di giocare un ruolo fondamentale. Staremo a vedere...".

L'allenatore livornese fa poi una dichiarazione di intenti in vista del prosieguo di stagione: "Ho una mia teoria, confortata dai fatti, dai dati, dalle statistiche: in Italia vince chi ha la miglior difesa, non chi ha il miglior attacco. Carta canta... Sono molto soddisfatto della prestazione di Bologna, Pazzini si è inserito alla grande ma al di là dell'iniezione di fiducia è evidente che ora dobbiamo lavorare per migliorare. De Jong è appena arrivato, non conosce neppure tutti i suoi nuovi compagni, Bojan si sta gradualmente inserendo. Dopo la pausa per le Nazionali riavrò Montolivo e probabilmente anche Robinho, poi piano piano tutti gli altri infortunati".

"Io ho fiducia nella mia squadra - dice sicuro il buon Max - Punto anche sui ritorni di Mexes e Abate oltre che sulla definitiva consacrazione di De Sciglio. Dal mercato è uscito fuori un buon Milan che ha fatto acquisti importanti, anche Acerbi sta crescendo. A proposito di mercato, ero seduto vicino ad Ancelotti e gli ho detto: 'Dopo quei due vuoi portarci via ancora un giocatore?'".

Chi al Milan non è stato portato via, ma è stato 'rottamato' proprio da Allegri (con avallo della società causa ingaggione) è Clarence Seedorf, che tuttavia nella sua 'seconda vota' in Brasile sta facendo faville: stanotte il 'professore' olandese ha infatti trascinato con una doppietta il suo Botafogo, vincitore in trasferta suil Cruzeiro per 3-1.