thumbnail Ciao,

Il tecnico bianconero giudica affascinante la sfida contro i 'Blues' e non sottovaluta le altre avversarie, Shakhtar e Nordsjelland. Orgoglioso il commento del dirigente...

I campioni d'Europa del Chelsea, la mina vagante Shakhtar e i carneadi del Nordsjelland. Questo il girone capitato in sorte alla Juventus, che accoglie con buona soddisfazione l'esito del sorteggio di Champions. Tanto, tanto orgoglio - per essere tornati su un palcoscenico così importante - traspare dalle parole del tecnico Antonio Conte e del dg Beppe Marotta.

"Innanzitutto non posso che essere felice nel vedere di nuovo il nome della Juventus inserito nei gironi della Champions League - è il commento del mister, riportato dal sito ufficiale del club - Questo è il posto giusto per una società che, per tradizione e risultati, ha fatto e continuerà a fare la storia del calcio italiano e non solo".

Questa la sua analisi più in dettaglio: "Ce la vedremo contro il Chelsea, campione in carica, e sarà una doppia sfida di grande fascino, anche se difficilissima. Giocare in Inghilterra ha sempre un fascino particolare e a Stamford Bridge troveremo un’atmosfera elettrica. Saranno tutt’altro che semplici - continua Conte - anche le partite contro lo Shakhtar e il Nordsjelland. Il calcio ucraino ormai è una realtà importante da molti anni. Contro i danesi saranno sfide molto 'fisiche', da non sottovalutare assolutamente, perché quando si gioca in Europa tutte le avversarie sono di alto livello. L’anno scorso abbiamo vinto in Italia dopo una cavalcata trionfale che ci ha visto imbattuti. In Champions sarà ancora più difficile, ma la posta in palio è di assoluto prestigio e le motivazioni sono tante".

Marotta, dal canto suo, invita la squadra a fare il proprio dovere fino in fondo: "Il nostro palmares è ricco di  trofei e dobbiamo onorarlo sempre. Il girone è stato accolto con soddisfazione, ma incontreremo comunque squadre che possono creare delle insidie, quindi dovremo affrontarle con massima umiltà e rispetto".

Per la Juve tornare in Champions è quasi un tuffo nel passato: "Siamo lieti di essere tornati a calcare un palcoscenico tanto importante. Per noi è un’emozione nuova e vogliamo che continui anche nel prosieguo della competizione".

Sullo stesso argomento