thumbnail Ciao,

Marchetti ha fiducia nella Lazio: "E' normale non essere sempre al top, ma possiamo giocarcela e passare il turno"

La Lazio non ha più la brillantezza della prima parte di stagione, ma il portiere respinge le critiche: "Sentir parlare di crisi mi fa ridere, siamo una squadra solida".

Vigilia di Europa League in casa Lazio. Domani i biancocelesti se la vedranno contro i tedeschi dello Stoccarda in quella che appare, alla luce dei recenti risultati non esaltanti in campionato, una trasferta difficile per la squadra capitolina.

Ma il portiere Federico Marchetti, intervenuto in conferenza stampa insierme al tecnico Vladimir Petkovic, respinge le critiche per il calo nel girone di ritorno e suona la carica per i suoi. "Tutte queste cose che sono uscite, - ha detto - sentir parlare di "Lazio in crisi", mi fa abbastanza ridere. Siamo una squadra solida, sappiamo che dobbiamo migliorare in alcune cose e gestire meglio alcune situazioni, affrontiamo questa partita con la consapevolezza di potercela giocare alla grande e di passare il turno".

Il calo di rendimento in campionato, che è innegabile, per Marchetti non è nulla di preoccupante. "Credo che il fattore punti sia abbastanza fisiologico - ha affermato - anche perché nel girone d’andata avevamo tutte le partite sulle gambe e oggi siamo al 6 marzo e siamo noi, l’Inter e la Roma che lottano per tre competizioni".

Secondo l'estremo difensore, tornato nel giro azzurro grazie alle sue prestazioni, i biancocelesti hanno tutti i mezzi per ripartire e lottare per la qualificazione alla prossima Champions. "Si deve fare quello che si faceva quando le cose giravano. - ha spiegato - Siamo stati 5-6 partite senza subire goal, è normale che era un clima diverso ma sapevamo che la palla invece di entrare andava sul palo o il difensore salvava la palla sulla linea, nell’ultimo periodo le cose stanno girando diversamente, siamo consapevoli che abbiamo commesso qualche errore".

"Dobbiamo lavorarci - ha aggiunto - perché da qui alla fine ci giochiamo tanto, andare avanti in coppa è una cosa incredibile anche perché è da parecchi anni che la Lazio non approdava agli ottavi e per raggiungere questo obiettivo dobbiamo lavorare sui particolari e far di tutto perché le cose girino nel modo giusto".

Secondo Marchetti sarà importante, anche con lo Stoccarda, tenere alta la concentrazione. "Gli episodi si portano a proprio vantaggio con la mentalità, - ha dichiarato - ultimamente abbiamo lasciato tutto un po' al caso e non deve accadere".

"Penso sia normale non essere sempre al top - ha concluso Marchetti - perché nell’arco della stagione ci sono molte partite. Abbiamo analizzato gli errori anche quando abbiamo raccolto risultato pieno. Sappiamo che da qui alla fine ogni situazione pesa e quindi la dobbiamo gestire nel miglior modo possibile".

Sullo stesso argomento