thumbnail Ciao,

La società biancoceleste rischia di dover giocare a porte chiuse la sfida contro lo Stoccarda. Ma secondo i legali non ci sarebbe stato nessun saluto fascista.

Giornata di attesa oggi per la Lazio. La società biancoceleste saprà infatti nelle prossime ore se potrà giocare davanti ai propri tifosi la sfida interna degli ottavi di finale di Europa League contro lo Stoccarda. Il rischio di un Olimpico a porte chiuse è molto elevato.

La Commissione Disciplinare dell’Uefa si riunirà oggi e deciderà se rendere esecutiva la condanna emessa a gennaio e sospesa con la condizionale, dopo l'inchiesta aperta per la sfida contro il Borussia Monchengladbach sulla base dei rapporti stilati dagli ispettori, che hanno segnalato al 13' e al 20' del primo tempo il saluto fascista da parte di 200 tifosi della Curva Nord.

Se non che, per i legali del club capitolino, che hanno inviato ieri una memoria difensiva all'Uefa, non ci sarebbero prove certe che si sia effettivamente trattato di saluti fascisti. Gli avvocati si spingono anche a ipotizzare che si sia invece trattato di saluti di origine diversa, fatti per scimmiottare i militari, e lo desumo dalla descrizione del gesto medesimo nel verdetto, che parlerebbe di "braccio destro incrociato sul petto, verso la spalla sinistra".

Oggi si conoscerà il verdetto, che, qualora dovesse essere negativo, potrebbe essere successivamente impugnato dinanzi al Tas di Losanna, ma le probabilità di spuntarla appaiono comunque ridotte. Inevitabile sarà invece la sanzione pecuniaria che scatterà visto il lancio di fumogeni nella gara contro i tedeschi, testimoniato dal materiale fotografico inviato all'Uefa.

Per quanto riguarda le questioni puramente di campo, con l'infortunio di Konko, che ne avrà per un mese e mezzo, troverà spazio nell'undici titolare, secondo quanto riferisce stamane 'Il Corriere dello Sport', il portoghese Pereirinha, arrivato nel calciomercato invernale e già ben disimpegnatosi nel corso dell'ultima sfida di campionato contro il Pescara.

Visto però che il giocatore lusitano sarebbe chiamato a un vero e proprio tour de force fra Europa League e campionato, nelle ultime ore si sta facendo strada anche l'ipotesi di un reintegro di Cavanda, fuori rosa per ragioni contrattuali, ma questa soluzione resta al momento più complessa. Se da un lato Petkovic ci sta pensando, dall'altro è l'agente del giocatore ad essere cauto.

"Le porte non sono chiuse per nessuno", è stato il commento del tecnico bosniaco, mentre il procuratore Ulisse Savini frena: "A oggi non ci sono possibilità che venga reintegrato, ma in futuro potrebbe cambiare qualcosa".
Quarti di finale
Alkmaar Zaanstreek AZ
v
SL Benfica Benfica
#B1with_AZ
#B1with_Benfica
Olympique Lyonnais Lyon
v
Juventus FC Juventus
#B1with_Lyon
#B1with_Juventus
FC Basel 1893 Basel
v
Valencia Club de Fútbol Valencia
#B1with_Basel
#B1with_Valencia
FC Porto Porto
v
Sevilla FC Sevilla
#B1with_Porto
#B1with_Sevilla

Sullo stesso argomento