thumbnail Ciao,

Il tecnico nerazzurro in conferenza stampa alla vigilia della gara contro i rumeni: "Dovrà andare in campo un'Inter molto concentrata, non dobbiamo andare in campo per difenderci"

"Il nostro obiettivo è passare il turno, non sarà facile, non è scontato. Poi penseremo al derby". Andrea Stramaccioni non vuole sottovalutare l'ostacolo Cluj, avversario di domani nella gara di ritorno dei sedicesimi di Europa League.

Stramaccioni assicura che l'Inter non cercherà di amministrare il vantaggio maturato all'andata: "Il 2-0 ci lascia tranquilli? Penso che dovrà andare in campo un'Inter molto concentrata e soprattutto non dobbiamo andare in campo per difenderci ma giocare come se la gara fosse finita 0-0. Segnare un gol potrebbe rendere tutto più facile".

I nerazzurri devono riscattare la brutta sconfitta contro la Fiorentina: "Credo che la componente della stanchezza domenica abbia giocato un ruolo decisivo nonostante la grande prestazione della Fiorentina. Vedere quanto successo alla Lazio il giorno dopo fa capire che il dispendio di energie dell'Europa League si fa sentire in campionato. Per noi, che abbiamo iniziato a giocarla ad agosto questa competizione, si fa sentire ancora di più. Se dovessimo continuare a pagarla così, si faranno delle valutazioni: noi vogliamo andare avanti, ma dobbiamo trovare il giusto mix tra squadra competitiva e l'arrivare brillanti al derby. Il problema è la lista ridotta che permette meno possibilità di rotazione".

In conferenza stampa il tecnico nerazzurro ha dichiarato di non sentire il peso delle critiche e di non aver il timore di poter essere esonerato in caso di ulteriori risultati negativi: "La pressione di essere sostituito? Il bello e il brutto di allenare l'Inter è che questa pressione ce l'ho dal primo giorno in cui alleno questa grande squadra. Se un allenatore a questo livello pensa queste cose è finito ancora prima di cominciare. La pressione è alta, abbiamo perso domenica, normale arrivino critiche, ma penso che faremo bene domani e anche nel derby".

A guidare l'attacco contro i rumeni sarà Palacio: "E' il giocatore che va gestito con più attenzione anche per tipologia di gioco, la sua maniera di giocare è dispendiosa per l'attacco dello spazio. Di ruolo in Europa abbiamo solo lui e Cassano in attacco, rappresentano la nostra pericolosità offensiva, chiaro che dobbiamo tenere in testa di gestirli, ma rappresentano loro il nostro livello di pericolosità. Se in campo ci va uno di loro due o ci vanno tutti e due, cambia il livello di pericolosità: dobbiamo essere bravi a trovare delle alternative".

Dovrebbe essere tra i titolari anche Alvarez: "Credo che su Ricardo vadano fatti 2 tipi di ragionamento: non sto neanche a sottolineare la stima che ho per lui e il fatto che non faccia vedere in campo le grandi qualità che fa vedere in allenamento. Dico però che dopo l'intervento estivo non è riuscito ad avere continuità, il tridente gli ha tolto un po' di visibilità, adesso con un pizzico di fortuna nello stare bene potrà dimostrare tutto il suo valore. Deve far vedere in partita quello che a noi fa vedere durante la settimana".

Infine una chiosa sulla programmazione del club nerazzurro: "Credo che l'Inter stia lavorando molto sul futuro, questo è il primo anno di un rinnovamento. In questo momento il mercato è chiuso e io voglio parlare solo del presente, che si chiama Cluj".



Infine, a Stramaccioni viene chiesto se sia finalmente arrivato il momento di Ricky Alvarez:


Final
Sevilla FC Sevilla
v
SL Benfica Benfica
#B1with_Sevilla
#B1with_Benfica

Sullo stesso argomento