thumbnail Ciao,

La Lazio pareggia in terra tedesca, l'arbitro fischia ben tre rigori a favore del Borussia Moenchengladbach

Partita rocambolesca quella tra Borussia Moenchengladbach e Lazio, con l'insolita statistica di ben tre rigori fischiati a favore dei padroni di casa: due realizzati, uno fallito.

La Lazio pareggia 3-3 in trasferta sul campo del Borussia Moenchengladbach e guadagna un punto d'oro in vista del match di ritorno. Ma la partita di Europa League ha presentato anche una statistica tanto curiosa quanto insolita: l'arbitro Karasev ha fischiato ben tre rigori a favore dei padroni di casa, due realizzati e uno parato da Marchetti.

Il 'duello' degli uomini di Petkovic con il direttore di gara comincia al 16' del primo tempo quando Andre Dias dà il via alla sua serata da incubo, entrando in ritardo su Herrmann in area di rigore e rimediando anche il primo cartellino giallo. Dal dischetto va Stranzl che porta in vantaggio i suoi.

Nella ripresa, sul risultato ribaltato di 1-2 per la Lazio, arriva il secondo fischio arbitrale per un altro fallo di Dias, che trattiene Brouwers in modo prolungato e rimedia anche la seconda ammonizione: la decisione a termini di regolamento può starci, anche se spesso nel nostro campionato certi interventi non vengono puniti. Questa volta il rigore viene però neutralizzato da una gran parata di Marchetti, che respinge il destro dello stesso Stranzl.

Il terzo ed ultimo penalty deciso da Karasev arriva però pochi minuti dopo sul goffo intervento di Cana sul diretto avversario, affossato platealmente nel cuore dell'area. Dagli undici metri Marx trasforma e riporta in parità il match. Una serata poco felice dunque per i difensori della Lazio, troppo ingenui ed irruenti: senza queste distrazioni (particolarmente negativa la partita di Dias), probabilmente i tifosi biancocelesti avrebbero potuto festeggiare una gran vittoria.

Sullo stesso argomento