thumbnail Ciao,

Mazzarri scuote il Napoli: "Ci teniamo a far bene, voglio vedere un diverso atteggiamento rispetto all'Olimpico"

L'allenatore partenopeo mette in guardia i suoi dal sottovalutare la sfida contro i cechi: "Sono una squadra molto forte che gioca a memoria e hanno un allenatore molto bravo".

Alla vigilia della sfida di andata dei sedicesimi di finale di Europa League, il tecnico del Napoli Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa della sfida contro il Viktoria Plzen, che potrebbe portare i partenopei avanti nella competizione.

Quanto alla formazione, il tecnico di San Vincenzo non si sbilancia troppo. "Di volta in volta sceglierò la miglior formazione per andare più avanti possibile. - ha spiegato - Anche domani farò lo stesso per la gara contro il Plzen, che è una squadra che merita rispetto. Rolando? Gioca dall'inizio. Cavani? Se vogliamo andare avanti devono giocare quei giocatori in grado di fare la differenza in Europa. Soprattutto giocando in casa la prima partita, credo sia giusto che giochi".

Domani sarà lecito comunque aspettarsi un po' di turnover. "Faremo una rotazione dei giocatori in funzione degli impegni. - ha annunciato Mazzarri - L'impressione è che la squadra si sia rafforzata sul mercato e che ora ci siano due giocatori per ruolo, per cui non dovrebbero esserci problemi a cambiare di volta in volta 3-4 elementi. Fra l'altro bisogna considerare che l'impegno in Europa League rende molto difficili le gare della domenica, visto che ci sono soltanto due giorni per recuperare".

Una cosa è però sicura: Mazzarri vuole vedere dalla squadra un atteggiamento diverso rispetto a quello che si è visto sabato scorso all'Olimpico. "Poche volte siamo andati in campo facendo così male come a inizio gara all'Olimpico. Non mi è piaciuto come siamo scesi in campo e già domani voglio vedere un atteggiamento diverso".

Il tecnico di San Vincenzo ha quindi voluto ribadire che l'Europa League rappresenta uno degli obiettivi della stagione del Napoli. "Crescere in Europa è una di quelle cose cui teniamo molto. - ha assicurato - Si è fatto molto bene in campionato, ma ci teniamo a fare il salto di qualità anche in questa competizione. Anche perché già da questo turno, e ancor di più nel prossimo, sarà di altissimo livello".

Mazzarri ha grande rispetto per il Plzen e invita i suoi giocatori a non prendere sottogamba l'impegno di domani. "Non sono un'incognita. - ha sottolineato - Sono una squadra che gioca a memoria, hanno un allenatore molto bravo e questo la dice lunga sulla forza della squadra che affronteremo. Mentre noi siamo arrivati secondi, loro hanno chiuso il loro girone al primo posto, battendo una squadra come l'Atletico Madrid che è seconda nella Liga. Per domani prevedo una gara difficile".

Non manca una risposta sul suo futuro, con il tecnico che non ha ancora rinnovato il suo contratto con la società. "Il discorso delle potenzialità del club resta anche col cambio d'allenatore. - ha affermato - Se un tecnico ha lavorato bene lascia delle basi importanti, per altre cose ve l'ho detto: a fine anno vedremo la situazione".

"Quando abbiamo iniziato l'anno - ha concluso - la società mi ha fatto capire che avrebbe prolungato il contratto senza problemi. E' un problema solo mio: dopo tanti anni di carriera voglio valutare a fine anno se la società chiaramente mi vuole aspettare, ma con grande serenità. Incontri? La società lo farebbe anche domani, i rapporti sono ottimi con tutti quindi non vedo problemi. Pensiamo agli obiettivi quotidiani, non a queste situazioni".

Sullo stesso argomento