thumbnail Ciao,

Dopo la buona mezz'ora col Chievo Strama sta pensando se schierarlo titolare giovedì. Ricky dal canto suo mostra umiltà: "Mi va bene anche giocare poco, l'importante è la squadra"

E' alla seconda stagione all'Inter. La scorsa fu discreta, fece intravedere un grande talento. Quest'anno, fino a questo momento, lo si è visto molto di meno, ma domenica sera Ricky Alvarez ha giocato mezz'ora nella gara contro il Chievo e la sufficienza l'ha portata a casa.

Ora c'è il Cluj (giovedì alle 21.05) e chissà che Stramaccioni non lo schieri titolare. Ma l'argentino è consapevole che ogni maglia da titolare all'Inter va sudata e domenica scorsa nel dopopartita ha dichiarato a 'Espn Argentina': "Mi va bene anche giocare poco, l'importante è guadagnare punti preziosi per qualificarci in Champions, e vincere stasera è stato fondamentale in questo senso".
 
Alvarez poi ha rilanciato la sua voglia di restare ad Appiano Gentile, allontanando ulteriormente la pista River Plate: "Il mio desiderio è fare una carriera in Europa e quando ho cominciato sapevo che non sarebbe stato facile. Questa esperienza all'Inter mi sta fortificando moltissimo, e voglio assolutamente restare all'Inter. Il River? E' una grande squadra, forse la migliore dell'Argentina. Può vincere anche la Copa Libertadores".

A una televisione argentina non si poteva non parlare della Seleccion: "La seguo costantemente, avrei voglia di prendervi sempre parte. Intanto gioco qui al massimo, poi vedrò se avrò modo di essere convocato da Sabella". D'altronde per Ricky la strada per la maglia albiceleste è nerazzurra.

Sullo stesso argomento