thumbnail Ciao,

Dal 2015 cambieranno molte cose ma Platini sembra comunque intenzionato a confermare le due competizioni. Servono però più soldi.

Juventus e Milan hanno un importante motivo in più per sperare di andare il più avanti possibile in Champions League. Quella di quest'anno infatti, sarà un'edizione ben più ricca, sotto il profilo economico, rispetto a quella di un anno fa.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport infatti, il montepremi è stato aumentato del 20%, cosa che garantisce entrate di grandissimo rilievo. Il Chelsea vincitore della scorsa stagione, trionfando a Monaco si garantì poco meno di 60 milioni di euro, la vincitrice di questa edizione dovrebbe invece portarsene a casa più di 70.

Se i club di Champions sorridono, non lo stesso si può dire per quelli dell'Europa League. Il montepremi che mette a disposizione la seconda competizione continentale non sono nemmeno paragonabili a quelli della Champions League: circa 200 milioni contro un miliardo.

Chi gioca l'Europa League punta a guadagnare quindi cinque volte meno rispetto a chi trionfa nell'Europa dei 'grandi', cosa che la rende meno appetibile e che porta i grandi club a concentrarsi sul campionato nella speranza di raggiungere quelle posizioni che valgano l'accesso alla Champions.

Cosa fare? Dal 2015 cambieranno molte cose ma Platini sembra comunque intenzionato a confermare le due competizioni. Si proverà a garantire l'accesso alla Champions (via preliminari) della vincitrice dell'Europa League, il tutto sapendo che questo comunque non basterà.

Sarà necessario offrire un montepremi più ricco, cosa che però non piace ai grandi club che giocano la Champions con assiduità. C'è un anno di tempo per sistemare il tutto e dare nuova dignità all'Europa League, il compito non sarà facile.

Sullo stesso argomento