thumbnail Ciao,

Udinese fuori dall'Europa, Guidolin esprime il suo pensiero: "Avevamo il girone più tosto, forse a Nyon dopo il Braga ci avevano visto troppo tristi"

Il tecnico friulano ha voluto fare i complimenti ai suoi ragazzi per come si sono comportati in questo ultimo turno della competizione contro i Reds.

Sconfitta indolore per l'Udinese di Guidolin contro il Liverpool. Nonostante il ko il tecnico friulano Francesco Guidolin ha ammesso di aver visto delle cose buone in campo da parte dei suoi giocatori. Ecco che cosa ha affermato in mix-zone nel post-partita.

"E' arrivata una risposta positiva dal campo, mi rammarica solo aver perso la partita su palla inattiva. Sarebbe stato diverso se avessero vinto con una gran combinazione, allora tanto di capello. Invece abbiam perso per una disattenzione, ma usciamo a testa alta".

Guidolin ha poi ammesso che la mancata qualificazione è da attribuire anche al girone di ferro capitato alla sua squadra: "Secondo me era il girone più difficile in assoluto. Dopo il Braga ci hanno fatto trovare un girone da Champions in Europa League, a Nyon, al sorteggio, ci hanno visti tristi dopo l'eliminazione. Resta la perla della vittoria di Liverpool e le buone cose fatte, resta anche l'amarezza della partita non giocata contro lo Young Boys. Tenevamo all'Europa, non meritavamo di arrivare più in là se non ci siamo riusciti".

La conclusione è dedicata alla situazione medica di alcuni giocatori: "Pinzi è uscito perchè aveva tensione e mal di testa, ma muscolarmente sta bene. Spero che Benatia si sia fermato in tempo, appena ha sentito qualcosa l'ho tolto. Ogni tanto una squadra viene colpita dal virus della sfortuna, speriamo che il tunnel sia finito. Per Benatia non posso dire niente, devono parlare i medici".

Sullo stesso argomento