thumbnail Ciao,

Il tecnico livornese ha annunciato la presenza in campo del Matador: "Con gli olandesi è una partita importante per valutare alcuni giovani. Pandev? Forse viene in panchina".

Nonostante l'importante gara di domenica sera contro l'Inter, Walter Mazzarri ha la testa rivolta esclusivamente al Psv Eindhoven. Il tecnico livornese, alla vigilia dell'impegno di Europa League inutile ai fini della classifica vista la qualificazione già ottenuta dal Napoli, annuncia la presenza in campo di Edinson Cavani con gli olandesi.

"Edinson ha una fisicità diversa da tutti - ha spiegato Mazzarri in conferenza stampa in merito alle condizioni del bomber uruguagio - Se sta fermo una settimana capita che può star peggio. sa bene che la partita importante è quella con l'Inter.

"De Laurentiis vuole puntare al massimo? Dobbiamo migliorare sempre
- prosegue - Il presidente ha detto determinate cose, ma voi le leggete in modo diverso. I ragazzi quando vanno in campo affrontano le partite con più tranquillità. Per assurdo quando andiamo in vantaggio c'è il rischio di rilassarci per troppa sicurezza in noi stessi. La squadra è cresciuta, la vediamo partita dopo partita".

Con il Psv vincere non servirebbe a nulla ai fini della classifica, ma l'allenatore azzurro chiarisce: "Penseremo partita dopo partita, quindi c'è prima il Psv. Il match servirà a me e alla società per valutare anche dei ragazzi giovani. Son curioso di vedere questi ragazzi come si comporteranno, ma ci saranno anche dei co-titolari".

Sulla gestione dell'organico nelle due competizioni, Mazzarri sottolinea: "Mi fa piacere che anche altri allenatori dicono che le coppe europee portano via punti per il campionato, soprattutto a chi non è abituato. Siamo stati bravi a fare determinate scelte, in campionato abbiamo perso poco rispetto all'anno scorso. La nostra esperienza ci ha portato a scegliere in maniera anche non giusta, però abbiamo 12 punti in più rispetto all'annata passata".

Il tecnico 'gioca' a carte scoperte e annuncia l'undici che affronterà il Psv domani pomeriggio al San Paolo: "Rosati, Uvini, Fernandez, Campagnaro, Maggio, Dossena, Dzemaili, Donadel, El Kaddouri, Vargas e Cavani. Sarà possibile seguire l'intera seduta".

Ecco il pensiero sull'ottimo rendimento di Hamsik e Inler: "Inler è arrivato da Udine ed ha avuto bisogno di un periodo di ambientamento, Marek è molto giovane ma è cresciuto vertiginosamente. La squadra ha un canovaccio preciso e l'aiuta ad esprimersi al meglio".

La vigilia dell'impegno con gli olandesi è anche l'occasione giusta per parlare di mercato: "Son contento dei miei ragazzi. Le partite d'Europa League mi servono per avere indicazioni, ma per fare delle scelte in campionato. Ai giocatori e soprattutto a Dossena (in sala stampa insieme al tecnico, ndr), ho detto che se gioca di meno è perchè è venuto fuori Zuniga che è uno dei migliori esterni in Europa. Lui sa bene che se Zuniga perde la forma ritornerà a giocare di più. Quando Andrea giocava più di Zuniga siamo arrivati terzi, faceva delle partite importanti".

L'attenzione, poi, si sposta sul big-match di San Siro: "Da quando gioca con la difesa a tre è arrivata la svolta. Gente come Zanetti, Milito e Cambiasso sono abituati a vincere e quando affronteranno il Napoli ce la metteranno tutta. Pandev? Ho in mente un paio di staffette contro il Psv. Se sta bene, come mi ha fatto capire, verrà in panchina e sarà pronto per un piccolo minutaggio".



Final
Sevilla FC Sevilla
v
SL Benfica Benfica
#B1with_Sevilla
#B1with_Benfica

Sullo stesso argomento