thumbnail Ciao,

Per bocca, e penna, di Ronald Lauter, presidente del World Jewish Congress, l'organizzazione ebrea ha chiesto alla Fifa punizioni severe in caso di nuovo razzismo.

Il World Jewish Congress non ci sta. Cori antisemiti durante la gara contro il Tottenham in quel di Roma nella gara tra la Lazio e gli inglesi, manifestazioni di odio razziale e quant'altro: il congresso ebraico mondiale sbotta.

In caso di manifestazioni simili, infatti, l'WJC, per bocca del presidente Ronald Lauder, chiede l'esclusione del club capitolino dalle coppe europee (c'è da dire, per dover di cronaca, che sugli spalti è apparso anche un importante e significativo striscione con su scritto 'Free Palestine').

"Sollecito i responsabili dell'Uefa a prendere misure severe contro il club biancoceleste laddove non riesca a tenere a freno i suoi ultras" evidenzia Lauder in una nota ufficiale. "Sembra che tutte queste dispendiose campagne contro il razzismo portate avanti in anni recenti da Uefa, Fifa ed altri non abbiano prodotto una impressione duratura, almeno non su certi tifosi".

"Il solo modo per superare questo disgustoso fenomeno è minacciare dure conseguenze per i club che non assolvono seriamente il loro obbligo di lasciar fuori dagli stadi seminatori di odio e razzisti" continua il comunicato dell'organizzazione ebrea.

"Il problema dei supporter razzisti della Lazio non è nuovo, e dovrebbe essere preso più seriamente da tutti. Imporre multe ai club i cui fan si comportano in modo scorretto evidentemente si è rivelato un rimedio del tutto inefficace".
Final
Sevilla FC Sevilla
v
SL Benfica Benfica
#B1with_Sevilla
#B1with_Benfica

Sullo stesso argomento