thumbnail Ciao,

Massimo Moratti si è ivaghito di lui dopo la gara di San Siro vinta per 1-0. Classe 1994, tecnico, velocissimo: potrebbe essere lui, l'estate prossima, il colpaccio.

Capitano coraggioso. E consulente. Javier Zanetti, esterno highlander dell'Inter, si prepara alla sfida contro il Partizan di questa sera. Davanti, come all'andata vinta qualche settimana fa, ci sarà Lazar Markovic, gioiellino del club di Belgrado.

"Devo dire che quel Markovic è un giocatore interessante, mi ha impressionato nel modo migliore" ha esordito la leggenda argentina ai microfoni di 'Novosti' prima di soffermarsi sulla gara. "Qui a Belgrado vogliamo vincere ancora, perché l'Inter ha tanti tifosi anche qui e vogliamo soddisfarli".

La vittoria a casa Juventus ha portato nell'olimpo della felicità la squadra nerazzurra: "Siamo in un gran momento che va proseguito, senza fermarsi. Il Partizan però ha dimostrato già il proprio valore a San Siro, quindi attenzione".

Tornando a Markovic, c'è da dire che il presidente Massimo Moratti si è ivaghito di lui dopo la gara di San Siro vinta per 1-0. Classe 1994, tecnico, velocissimo: potrebbe essere lui, l'estate prossima, il colpaccio della Beneamata.
Final
Sevilla FC Sevilla
v
SL Benfica Benfica
#B1with_Sevilla
#B1with_Benfica

Sullo stesso argomento