Crollo di Eindhoven, Mazzarri non cerca alibi per il suo Napoli: "Sconfitta meritata, ma non rinnego le mie scelte"

Il tecnico dei partenopei accetta il pesante verdetto del campo ma non si pente di aver puntato sul Napoli 2: "La sconfitta è giusta, non rinnego le scelte fatte".
Walter Mazzarri non si nasconde, e non si pente. Il tecnico del Napoli, dopo il pesante ko subito dai partenopei a Eindhoven contro il Psv, ha commentato il match ai microfoni di 'Mediaset Premium'.

"La sconfitta è stata ampiamente meritata.- ammette Mazzari, che poi continua- Non eravamo partiti male, ma per colpa di una nostra disattenzione siamo andati in svantaggio e da quel momento non c' è stata pià gara".

Quindi il tecnico livornese prova a spiegare il tracollo: "Sono stati commessi troppi errori ed abbiamo sbagliato l'approccio alla gara. Nella ripresa ho inserito giocatori più esperti ma non siamo riusciti a rimettere in piedi il match".

Mazzarri non rinnega però le scelte fatte, e dichiara: "La decisione di puntare sui giovani è stata presa in pieno accordo con la società. Non mi pento di aver schierato quella formazione. Questi ragazzi  devono crescere e maturare. Prima si dice che devono giocare i giovani, ma la crescita passa anche da alcune sconfitte”.

Il mister azzurro esalta poi gli avversari di stasera: "Il Psv è una signora squadra, credo che sia la squadra più forte del girone per blasone e per valore. Una sconfitta ci sta, anche se questa è stata troppo pesante".