thumbnail Ciao,

Il tecnico vede il bicchiere mezzo pieno: "Abbiamo capito di avere qualcosa che forse non sapevamo di avere, magari prima ci saremmo abbattuti".

L'Inter ha sofferto contro il Vaslui ma alla fine ha raggiunto una qualificazione meritata. Per Andrea Stramaccioni un traguardo che non è mai stato davvero a rischio: "Credo che questa partita sia stata diversa da quella con l'Hajduk - ha spiegato ai microfoni di Sky - Lì avevamo sbagliato gara e avevamo sofferto, oggi eravamo in controllo fino all'espulsione. Ho detto ai ragazzi che voglio vedere il bicchiere mezzo pieno perché siamo riusciti a tirare fuori qualcosa in più per portare a casa la qualificazione. L'espulsione ha cambiato la gara dal punto di vista tattico, ma il Vaslui non è quasi mai stato pericoloso anche quando eravamo in 10".

Il cambio di ritmo è arrivato nel secondo tempo, soprattutto con l'ingresso di Guarin: "Con tutta la stima che ho per Guarin, non credo che abbia cambiato la partita da solo. Credo che tutta la squadra abbia dato tanto nella ripresa, ha trovato equilibrio anche grazie a lui".

Strama poi analizza la gara: "Abbiamo avuto qualche problema nel palleggio ma l'Inter oggi era in controllo fino all'espulsione, anche il Vaslui quando si è trovato a fare la partita ha avuto qualche problema. Non voglio fare analisi individuali, preferisco parlare di un errore di reparto".

Il tecnico si dice fiducioso per la stagione: "Vedo la squadra più solida in fase di non possesso, c'è la voglia giusta per costruire una grande Inter. Abbiamo capito di avere qualcosa che forse non sapevamo di avere, magari prima ci saremmo abbattuti".

Sullo stesso argomento