thumbnail Ciao,

Il capitano invita alla calma dopo lo 0-2 contro l'Hajduk: "Occorre far tesoro degli errori commessi, ma non c'è da preoccuparsi perchè siamo solo all'inizio".

Javier Zanetti indossa ancora una volta i panni del leader e spiega i motivi del brutto scivolone rimediato tra le mura amiche dall'Inter contro un Hajduk inferiore sulla carta e nonostante un vantaggio di tre goal maturato grazie al successo dell'andata.

"Bisogna fare tesoro di tutti gli errori che abbiamo commesso, non c'è da preoccuparsi perché siamo solo all'inizio - ha evidenziato a 'Inter Channel' l'argentino - La cosa più importante è che l'obiettivo è stato raggiunto e adesso possiamo guardare avanti".

L'avvio anticipato della stagione, secondo Zanetti, ha inciso sulla prestazione sottotono che ha portato al ko: "Ricordiamolo: l'Inter ha disputato la prima gara ufficiale il 2 agosto, potevamo aspettarci una flessione, stiamo pagando un po' il lavoro che stiamo facendo, ma sono delle buone cose e dobbiamo ancora crescere tanto", ha concluso il capitano nerazzurro.

Sullo stesso argomento