thumbnail Ciao,

La Juventus ha cercato a lungo il goal che le sarebbe servito per riaprire i giochi, ma senza mai bucare la porta difesa da Pigliacelli. 18 anni dopo, Viviani succede a Totti...

La Roma degli americani può alzare il suo primo trofeo. La Primavera di Alberto De Rossi, infatti, ha conquistato la Coppa Italia ai danni dei pari grado della Juventus. All'Olimpico si giocava stasera la gara di ritorno della finale, conclusasi sullo 0-0 dopo il 2-1 giallorosso dell'andata.

Diciotto anni dopo Totti - che vinse la Coppa Italia Primavera nel '94 (fu il primo successo dell'era Sensi) - è il giovane Viviani ad alzare al cielo l'agognata Coppa, sotto gli occhi di Baldini, Sabatini e Luis Enrique, presenti in tribuna.

L'avvio di gara sorride alla Roma, che sembra più convinta nel proporre gioco. Al 19' Ciciretti colpisce il palo, su tiro deviato dal bianconero Guano. Poco dopo è Politano a trovare la via del goal, ma la rete viene annullata per un dubbio fuorigioco. La Juve prova allora a controbattere, riuscendo a creare scompiglio nell'area avversaria prima con Bouy e poi con Spinazzola.

Al 35' da segnalare una buona occasione per gli ospiti: provvidenziale il salvataggio di Sabelli, dopo che il vivace Bouy stava per avventarsi su un pallone non trattenuto dal portiere giallorosso Pigliacelli. Nel finale di frazione - in seguito ad un tentativo dalla distanza del romanista Nego - è lo juventino De Silvestro ad impegnare ancora Pigliacelli con un bel colpo di testa.

A rovinare una bella serata di sport, ci hanno pensato alcuni pseudo-sostenitori della Roma, posizionati in tribuna Tevere, che hanno intonato - nel corso del primo tempo - alcuni cori incivili all'indirizzo del dirigente bianconero Gianluca Pessotto, venendo fischiati - per fortuna - dal resto dello stadio.

Ripresa: a sorpresa, Baroni toglie Bouy e inserisce Beltrame. Il nuovo entrato e De Silvestro si rendono subito insidiosi, ma la Roma riesce a salvarsi e passa al contrattacco, impegnando severamente Branescu prima con Tallo e poi con Nego.

Pazzesca l'occasione divorata al 72' dallo juventino Chisbah, che spara a lato, tutto solo davanti al portiere. La Juve continua a premere nel finale, ma senza mai riuscire a trovare la via del goal. Finisce così, dunque, per la gioia dei 20mila tifosi presenti all'Olimpico. La Roma Primavera 'vendica' così la sconfitta subita contro i bianconeri nella finale del Torneo di Viareggio.

Sullo stesso argomento