thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 27 gennaio 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Communale Friuli, Udine
  • Arbitro: S. Peruzzo
  • • Spettatori: 17000
1
FIN
0

Udinese-Siena 1-0: Basta una zampata di Muriel, toscani graziati da Rosina

La squadra di Guidolin conquista 3 punti fondamentali grazie a una rete del colombiano. Ma il trequartista di Iachini si mangia due goal - uno per tempo - davanti a Padelli.

Basta Muriel, e l'Udinese vola. La rete del colombiano al 36' del primo tempo mette ko un Siena volenteroso, ma condannato da due errori sottoporta di Rosina. Iachini esce così senza punti dal Friuli, mentre Guidolin si gode la terza vittoria nelle ultime quattro uscite.

FORMAZIONI - Guidolin ritrova Di Natale, dopo la panchina contro la Juventus, e gli affianca Muriel in attacco. In porta Brkic è ancora out, e allora c'è di nuovo Padelli, così come Heurteaux in difesa. Iachini schiera due punte, Bogdani e Reginaldo, davanti a Rosina. Della Rocca titolare in mezzo al campo, Valiani in panchina.

PRIMO TEMPO – Il Siena è migliore rispetto all’Udinese. Costruisce buone trame, sfrutta l’ampiezza del terreno di gioco, prova a pungere l’Udinese in particolar modo con Rosina. Ma non concretizza la mole di gioco, e l’errore dell’ex torinista, che calcia addosso a Padelli con il sinistro dopo il bel passaggio di Bogdani, è l’emblema delle sue difficoltà offensive.

Male: perché se di fronte hai un attaccante come Luis Muriel è logico che gli avversari non ti perdonino. Ed è esattamente quel che accade al 36’: Della Rocca perde un pallone suicida nella propria metà campo, Allan lo recupera, Di Natale conduce la transizione e il colombiano, dopo il tocco involontario di Pinzi, fredda Pegolo da pochi passi per l’1-0.

Per il Siena, convinto di portare a casa un risultato positivo dal Friuli e in effetti con la necessità di farlo, è una mazzata. Gli uomini di Iachini accusano il colpo subìto, tentano di reagire ma sbattono contro la giornataccia di Bogdani – un legno là davanti – e Angelo, quasi mai servito sulla destra. Meglio organizzare la controffensiva nell’intervallo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia com’era cominciato il primo tempo, ovvero con il Siena in avanti, stavolta alla ricerca del pareggio. Ma Rosina lo delude un’altra volta, andando molle col sinistro sul bel cross di Reginaldo e lisciando a pochi passi da Padelli quello che avrebbe potuto essere l’agevole goal dell’ 1-1.

Praticamente in questa azione si spengono le speranze dei toscani. Iachini le prova tutte: cambia il reparto offensivo inserendo Paolucci e l’ultimo arrivato, il nigeriano Emeghala, ma di occasioni vere e proprie dalle parti di un Padelli inoperoso per tutto il resto della gara non se ne vedono più. Bene per l’Udinese, che non può chiedere di meglio.

I friulani, infatti, non sono nella loro miglior giornata. Ma portano a casa l’intera posta in palio, che potrebbe essere rimpolpata dal sinistro scagliato nel recupero da Lazzari, e sputato via dalla porta da Pegolo con un grande intervento. Poco male: i friulani conquistano il nono punto su 12 disponibili, il Siena si piange addosso e vede la salvezza sempre più lontana.

CHIAVE – La rete messa a segno da Muriel nel primo tempo è uno dei pochi lampi di una partita mediocre. La zampata del colombiano decide il match e regala tre punti a Di Natale e soci.

MOVIOLA – Dopo la bagarre di ieri sera, un po’ di serenità. Peruzzo non deve districare situazioni particolarmente complicate: meglio così.   

Dalle pagelle

IL MIGLIORE - Muriel. Segna sottomisura la rete che porta in vantaggio l’Udinese, ma non solo: si segnala anche per vitalità e fantasia.

IL PEGGIORE - Bogdani. Dannoso. Di buono solo un assist che Rosina spreca da pochi passi, poi il nulla.

Sullo stesso argomento