thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 05 maggio 2013
  • • 12.30
  • • Stadio Communale Friuli, Udine
  • Arbitro: P. Tagliavento
  • • Spettatori: 15000
3
FIN
1

Udinese-Sampdoria 3-1: Inossidabile Di Natale, il Doria si arrende alle prodezze del bomber bianconero

E' stato Muriel nel finale di gara a mettere il sigillo alla vittoria udinese, dopo la doppietta di Di Natale e il goal del momentaneo pareggio nel primo tempo di Eder.

L'Udinese ha battuto per 3-1 la Sampdoria nel match 'dell'ora di pranzo' disputato al Friuli. Partita divertente, giocata a viso aperto da entrambe le squadre e che ha visto in Totò Di Natale un grande protagonista, autore di due euro-goal.

FORMAZIONI - Giudolin presenta la sua Udinese col solito modulo a una punta, l'imprescindibile Di Natale. Un 3-4-2-1 che ha visto Pinzi vestire nuovamente la maglia da titolare nel centrocampo costituito anche da Basta sulla destra, Allan e Gabriel Silva sulla sinistra. Pereyra è schierato sulla trequarti, assieme al giovane Zielinski per dar manforte in fase offensiva a bomber Di Natale.

Delio Rossi schiera qualche elemento che finora ha avuto meno spazio, come Castellini in difesa, al fianco di Rossini e Mustafi, e Renan a centrocampo, dove affianca Poli, Obiang e De Silvestri. La coppia Eder-Icardi costituisce invece il reparto offensivo.

PRIMO TEMPO - La prima frazione di gioco inizia con ritmi non elevatissimi ma un Basta che sulla fascia destra sin dai primi minuti dimostra di essere in giornata. L'esterno albanese porta palla, salta i diretti avversari e va al cross con grande continuità. L'avvio di gara è tutto di marca friulana, anche se dalle parti di Romero le vere palle-goal latitano e i brividi il portiere argentino se li procura da solo quando si lascia sfuggire dalle mani un cross di Basta, ma rimedia subito abbrancando la palla in un secondo tempo.

La Sampdoria esce alla distanza, giocando di rimessa e creando qualche apprensione alla difesa bianconera. Al 29', però, è l'Udinese che sblocca la partita, con un gran goal del solito Di Natale. Ricevuta palla al limite dell'area spalle alla porta, Totò controlla di destro mettendosi la palla in posizione ottimale per girare a rete di sinistro e così fa, bruciando Romero. Gran goal dell'attaccante bianconero.

La gioia dei padroni di casa dura però solo pochi minuti, perchè al 34' Eder riceve palla poco fuori dall'area di rigore friulana e con un gran destro non lascia scampo a Brkic. La partita si mantiene poi su ritmi accettabili, con l'Udinese più attiva in fase offensiva, soprattutto con Basta sulla destra, ma il risultato non cambia più e le due squadre vanno al riposo sull'1-1.

SECONDO TEMPO - La ripresa inizia con una Sampdoria volitiva e un Eder che mette subito in apprensione la difesa bianconera, che con Danilo si salva in angolo. Al 52', però, è ancora Di Natale a rompere l'equilibrio della gara, con una bella conclusione di controbalzo da posizione decentrata sulla destra poco dentro l'area, su cross di Danilo.

Pochi minuti dopo Brkic va vicino al pareggio! Il portiere dell'Udinese, infatti, si fa sfuggire dalle mani una non pericolosissima conclusione di Eder dalla distanza, ma riesce comunque a bloccare la palla in un secondo tempo proprio sulla linea di porta. Al 60' è ancora Brkic protagonista, con una bella deviazione in angolo su conclusione rasoterra angolata di Eder.

Sette minuti dopo l'occasione più ghiotta per la Sampdoria, con Sansone che calcia la palla del possibile pareggio sul palo interno e non trova il goal. La partita naviga così su continui capovolgimenti di fronte, ma con l'Udinese a sprecare più di una chance per il tris in contropiede. Terzo goal che comunque arriva poi all'87', quando Muriel, servito da Di Natale, riesce a trovare il pertugio giusto alla destra di Romero.

La Sampdoria continua fino alla fine ad inseguire il risultato, con Sansone ancora protagonista nel recupero, ma ancora una volta Brkic è bravo a sventare in tuffo la chance avversaria. L'Udinese porta così a casa una importante vittoria in chiave Europa League.

CHIAVE - Di Natale. E' lui il grimaldello che scardina la partita, per due volte dei dei bellissimi goal. Totò ha così raggiunto quota 20 goal in campionato, per la quarta stagione consecutiva.

MOVIOLA - Partita tranquilla per l'arbitro Tagliavento, che non ha dovuto dirimere episodi particolari, aiutato in questo anche dalla correttezza dei giocatori in campo.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Di Natale: Non ci sono più parole per definire le qualità di Di Natale. Anche quest'oggi incanta la platea con due goal di gran pregio e una prestazione di grande generosità, come quando rimedia un giallo inseguendo Eder lanciato palla al piede e interrompendo così una pericolosa azione doriana.

IL PEGGIORE - Icardi: Mai in partita, non punge in avanti e conclude un'altra gara senza goal.

Sullo stesso argomento