thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 09 marzo 2013
  • • 20.45
  • • Dacia Arena, Udine
  • Arbitro: M. Guida
  • • Spettatori: 17000
1
FIN
1

Udinese-Roma 1-1: Muriel risponde a Lamela, Guidolin stoppa la marcia della Lupa

Finisce in parità il match del 'Friuli': apre i giochi Lamela nel primo tempo, risponde Muriel nella ripresa. Espulso Heurtaux al 73' per una brutta entrata su Florenzi.

Finisce 1-1 il delicato match tra Udinese e Roma. Partono bene i padroni di casa con un buon pressing alto, ma sono gli ospiti ad andare in vantaggio con Lamela. Nella ripresa però i bianconeri trovano il pari con una bella giocata di Muriel. Al 73' l'arbitro sventola un rosso diretto a Heurtaux per una brutta entrata su Florenzi, ma la 'Lupa' non ne approfitta.

FORMAZIONI - Moduli speculari tra Udinese e Roma. Guidolin preferisce Maicosuel a Pereyra: il brasiliano agisce vicino a Muriel alle spalle di Di Natale. A centrocampo confermata la coppia Badu-Allan, con Basta e Gabriel Silva sugli esterni. In difesa il francese Heurtaux sostituisce Benatia, nel trio difensivo con Domizzi e Danilo.

Andreazzoli lascia in panchina a sorpresa Osvaldo e propone una squadra più coperta, con Marquinho e Lamela dietro capitan Totti. Viene inserito a centrocampo il giovane Florenzi, accanto a Perrotta e De Rossi; confermatissimo Torosidis sulla destra. Torna dal primo minuto Castan in difesa, affiancato da Burdisso e Piris.

PRIMO TEMPO - Parte subito forte l'Udinese, che pressa gli avversari con il baricentro molto alto e costringe la Roma a difendersi nella propria metà campo. La prima palla-goal arriva infatti dopo soli quattro minuti, quando Di Natale scalda i guantoni di Stekelenburg da ottima posizione in area di rigore. Il match prosegue con i padroni di casa che provano a fare la partita, ma i ragazzi di Andreazzoli danno la sensazione di poter far male quando ripartono velocemente. Dopo un primo quarto d'ora giocato più che altro a centrocampo, la Roma alza il proprio baricentro e produce la prima occasione con una punizione battuta a sorpresa da Totti: la difesa dell'Udinese è colta di sorpresa, ma Florenzi non ne approfitta e calcia addosso a Brkic.

Passa però soltanto un minuto e la 'Lupa' passa: cross di Totti dalla destra, Florenzi conclude in tuffo di testa, Brkic devia sulla traversa, ma Lamela è prontissimo a ribadire in rete. A questo punto la reazione dell'Udinese si concretizza in un gran possesso palla, senza però riuscire a trovare il varco giusto nella perfetta disposizione tattica della difesa ospite. L'ultima parte del primo tempo viene giocata su ritmi molto bassi, senza altre occasioni da rete, con gli attaccanti di Guidolin ingabbiati dalle linee strette degli avversari.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa il copione non cambia: l'Udinese prova a fare la partita alla ricerca del pari, la Roma si difende con ordine e prova a far male in contropiede. Dopo un'ora di gioco Andreazzoli toglie totti per dare più peso all'attacco con Osvaldo, ma dopo appena un minuto arriva puntuale il pareggio dei padroni di casa.
E' il colombiano Muriel a riportare in equilibrio il match , con una bella giocata in area di rigore: la conclusione sul primo palo beffa Stekelenburg sotto le gambe e la palla si insacca. Dopo aver trovato il pari, l'Udinese tenta di gestire con più calma la manovra offensiva, ma al 73' gli uomini di Guidolin rimangono in dieci. Heurtaux entra con il piede a martello sul lanciatissimo Florenzi e se ne va sotto la doccia.

A questo punto la partita cambia e la Roma comincia ad attaccare con più convinzione alla ricerca del vantaggio. Gli attacchi giallorossi però risultano poco lucidi e ora è la difesa dell'Udinese a respingere colpo su colpo. Ma il match-point si presenta sui piedi di Osvaldo proprio al 90', quando Balzaretti serve l'attaccante azzurro sul filo del fuorigioco, il destro del numero 9 è però totalmente sballato e finisce a lato, con Brkic in uscita disperata. Finisce dunque in parità un match non entusiasmante dal punto di vista tecnico, spezzettato da numerosi falli e con molti errori da parte di entrambe le formazioni.

LA CHIAVE - La costante pressione dell'Udinese costringe la difesa della Roma ad abbassarsi troppo in qualche occasione, ma è decisiva l'incertezza di Stekelenburg sul destro di Muriel.

MOVIOLA - Al 72' la Roma reclama un rigore per intervento in scivolata di Gabriel Silva su Torosidis: il brasiliano tocca avversario e pallone, ma per l'arbitro non ci sono gli estremi per il penalty. Lo stesso Torosidis cade ancora in area sul contrasto con Danilo: in questo caso il greco sembra accentuare la caduta, ma il contatto è comunque evidente. Può starci il rosso diretto a Heurtaux che mette in paricolo l'incolumità di Florenzi con una bruttissima entrata.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Alessandro Florenzi. Corre finché ne ha, propizia il goal di Totti e si inserisce senza palla come il Perrotta dei tempi migliori. Il suo ennesimo e generosissimo scatto porta anche al rosso di Heurtaux.

IL PEGGIORE  - Gabriel Silva. Partita da dimenticare: è da un suo sciagurato errore che nasce il goal della Roma.

Sullo stesso argomento