thumbnail Ciao,
Diretta Live

Europa League

  • 06 dicembre 2012
  • • 19.00
  • • Stadio Communale Friuli, Udine
  • Arbitro: Duarte Nuno Pereira Gomes
  • • Spettatori: 7650
0
FIN
1

Udinese-Liverpool 0-1: Ai Reds basta un guizzo di Henderson, ma Di Natale c'aveva provato...

Udinese-Liverpool 0-1: Ai Reds basta un guizzo di Henderson, ma Di Natale c'aveva provato...

Getty Images

Un goal al 23' di Henderson sancisce la qualificazione ai sedicesimi del Liverpool. A cinque dalla fine entra Di Natale, che per poco non fa un altro scherzetto ai Reds.

Missione compiuta per il Liverpool, ma è stata più dura del previsto contro un'Udinese grintoso e generoso. Un goal di Henderson nel primo tempo ha aperto la strada ai Reds, che si sono visti negare più volte il raddoppio da uno straordinario Padelli. Nel finale è stato espulso anche Pasquale, ma l'occasione più ghiotta capita sui piedi del solito Di Natale - entrato da poco più di 5 minuti - che all'ultimo respiro fa venire un brivido lungo la schiena a Reina ed a tutti i tifosi dei Reds.


FORMAZIONI -
Guidolin rinuncia a capitan Di Natale e si affida al tandem Fabbrini-Ranegie. Confermato quindi lo sperimentale 4-4-2 della vigilia con Faraoni e Pasquale terzini, Heurtaux e Danilo centrali. In mezzo al campo si rivede Pinzi che affiancherà Badu con Pereyra ed Armero larghi. In porta c'è l'ex Padelli, riposa Brkic.

Rodgers è senza capitan Gerrard ma con tanti giovani. L'ex tecnico dello Swansea punta sul 4-3-3 con Suarez sostenuto da Suso e Downing. In mediana il turco Sahin con Allen ed Henderson. In difesa recuperano Jonhson e Skrtel, in mezzo il veterano Carragher, sulla sinistra Josè Enrique.

PRIMO TEMPO - L'Udinese dimostra di volersela giocare e crea le prime due occasioni del match con Ranegie e Pereyra, su cui è bravo Reina ad allungarsi. Il Liverpool attende sornione ed al primo squillo rompe il ghiaccio: cross dalla sinistra, Suarez spizza e Suso rifinisce per Henderson che dal limite dell'area piccola non ha difficoltà a freddare Padelli sotto le gambe col piattone sinistro.

I ragazzi di Guidolin accusano il colpo ed iniziano a soffrire. Suarez è sempre un problema quando cambia passo, e Downing avrebbe pure segnato il raddoppio se non fosse stato colto in posizione di fuorigioco. Pasquale e Pereyra provano a scuotere i compagni ed infastidire la difesa inglese scendeno con costanza sulla sinistra, ma a centro area non c'è nessuno in vena di concretizzare.

Nell'unico minuto di recupero Suarez sfrutta alla perfezione un corner girandosi in rovesciata, ma il pallone destinato in rete viene deviato da un grandissimo Padelli che con un colpo di reni evita ai Reds di chiudere la pratica già nella prima frazione.

SECONDO TEMPO - Suarez e compagni riprendono subito da dove avevano lasciato, ma stavolta non c'è bisogno dell'intervento di Padelli sulla conclusione alta di Suso da posizione molto favorevole. Poco dopo ci prova Suarez con una botta terrificante dal limite che se avesse preso la porta avrebbe sicuramente fatto molti danni.

Non manca però la generosità all'Udinese, che con un'incornata su angolo di Ranegie rischia anche di trovare il pareggio. Poi arriva la brutta notizia per Guidolin. No, non è il goal del Liverpool, ma l'ennesimo infortunio per Benatia che era entrato - e tornato dopo una lunga assenza - ad inizio ripresa. Al suo posto entra il ragazzino classe '95 Reinhtaller, e non Totò Di Natale che scalpitava in panchina.

Il Liverpool si vede poco, ma quando si  vede deve prima superare l'ostacolo Padelli. Imperfetto sul goal del vantaggio, l'ex della serata è straordinario sul tiro a volo di Henderson e sulla conclusione a botta sicura di Suarez da pochi metri. Fabbrini trascina i friulani con grinta, ma nonostante i buoni propositi non arrivano occasioni per agguantare il pari.

 A venti dalla fine entra il baby fenomeno Sterling, punta Pasquale e ci mette nove giri di lancette a fargli guadagnare il secondo giallo che spegne praticamente le fiammelle di gloria dei padroni di casa. Poi entra Di Natale ed il pubblico automaticamente si scalda. Il capitano bianconero, infatti, rischia di far piangere ancora una volta il Liverpool con un destro di controbalzo all'ultimo secondo che fa venire i brividi a Reina. Stavolta però va tutto bene per i Reds, che volano ai sedicesimi.

CHIAVE - Gioca con orgoglio e generosità l'Udinese, ma lì davanti non c'è nessuno che finalizza. In poco più di cinque minuti Di Natale confeziona praticamente la palla goal più pericolosa per i suoi. Chissà se fosse entrato prima...

MOVIOLA - Giusto annullare il goal a Downing, in netta posizione di fuorigioco al momento del tocco vincente.  Nulla da dire nemmeno sul rosso a Pasquale: sacrosanto il secondo giallo per fallo su Sterling, che gli era sfuggito con una finta di corpo.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Henderson. Segna il goal decisivo e va anche vicino alla doppietta. Il ragazzino ex Sunderland è un incursore coi fiocchi.

IL PEGGIORE - Pasquale. Si perde Henderson in occasione del goal, soffre spesso la velocità degli esterni peperini dei Reds. Sterling gli dà il colpo di grazia.

Sullo stesso argomento