thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 31 agosto 2014
  • • 20.45
  • • Dacia Arena, Udine
  • Arbitro: M. Di Bello
  • • Spettatori: 7889
2
FIN
0

Udinese-Empoli 2-0: Sempre nel segno di Di Natale, primo sorriso per Stramaccioni

Allo stadio 'Friuli', la nuova Udinese di Stramaccioni mette il primo sigillo della stagione superando 2-0 l'Empoli di Sarri. Decide il solito Di Natale, autore di una doppietta.

Buona la prima per la nuova Udinese di Stramaccioni, che supera 2-0 l'Empoli al Friuli ed inizia nel migliore dei modi la stagione. Decide il solito Totò Di Natale, con una doppietta nel giro di cinque minuti nel secondo tempo.

Bel primo tempo al Friuli dove le due squadre si affrontano a viso aperto senza troppe paure: i bianconeri creano diverse occasioni, ma i toscani rispondono colpo su colpo e nel complesso collezionano più palle goal.

Nella ripresa Di Natale spezza gli equilibri con due goal simili: prima viene servito perfettamente da Muriel, poi con un orribile retropassaggio di Laurini. La freddezza sotto porta del numero 10 permette ai bianconeri di iniziare con il piede giusto.

FORMAZIONI - Stramaccioni non stravolge il vecchio modulo di Guidolin e conferma la collaudata difesa a tre con Heurtaux, Danilo e Domizzi. A centrocampo Allan e Badu proteggono le geometrie del brasiliano Guilherme. Sugli esterni Widmer e Pasquale, davanti la coppia Muriel-Di Natale.

Sarri risponde con un quadrato 4-3-1-2: davanti l'esperto Tavano è affiancato da Mchedlidze, con Verdi a supporto sulla trequarti. Valdifiori opera da regista davanti alla difesa, affiancato da Vecino e Croce. In difesa Tonelli e Rugani proteggono i pali di Sepe, Laurini e Hysaj sugli esterni.

PRIMO TEMPO - Parte bene la squadra di casa, che preme sull'acceleratore posizionandosi subito nella metà campo avversaria. La squadra ospite però dà la sensazione di non voler fare la comparsa nella gara del suo ritorno in A e risponde colpo su colpo. Al quarto d'ora arrivano però due importanti occasioni per gli uomini di Stramaccioni: prima con Guilherme, servito deliziosamente da Muriel, ma il destro al volo del brasiliano trova la pronta respinta di Sepe. Poi ci prova lo stesso colombiano con un gran tiro da fuori, che sfiora il palo e fa scaldare il pubblico di casa.

A questo punto i toscani alzano il ritmo e premono soprattutto sugli esterni, mettendo in area diversi pericolosi palloni. Tavano semina più volte tra i tre centrali avversari, senza trovare però la porta. Al 37' Allan scalda le mani di Sepe con una botta potente, ma la risposta dell'Empoli arriva immediata: Vecino calcia dal limite di sinistro e scheggia la traversa. Nel finale di primo tempo un ottimo Laurini pesca la testa di Tavano in ottima posizione, ma l'attaccante spara a lato. In pieno recupero Di Natale si vede annullare giustamente un goal per fuorigioco, sul bel filtrante di Badu.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa la squadra di Stramaccioni entra in campo più convinta e cattiva dal punto di vista dell'agonismo. Al 51' Muriel trova perfettamente l'inserimento di Badu, che in tuffo di testa non trova la porta. Ma è solo il preludio al vantaggio, che arriva al 57'. Combinazione straordinaria della coppia Muriel-Di Natale: il colombiano trova un filtrante stupendo per il proprio capitano, che in davanti a Sepe non sbaglia e porta in vantaggio i suoi con un preciso piatto destro.

Passano appena cinque minuti e Laurini rovina una buona prestazione offerta fino a quel momento: retropassaggio sciagurato ed assist perfetto per Di Natale, che infila per la seconda volta il portiere dell'Empoli con un piattone all'angolino basso. La squadra ospite a questo punto perde ogni motivazione e risulta molto più timida nelle offensive, lasciando anche spazio alle ripartenze friulane. Girandola di cambi nelle due formazioni, ma i padroni di casa amministrano bene il finale di gara, portando a casa il bottino pieno.

LA CHIAVE - La freddezza di Totò Di Natale sotto porta è il fattore che decide questo match. Prima l'invenzione di Muriel, poi il regalo di Laurini: ma il numero 10 davanti al portiere non sbaglia mai.

MOVIOLA - Dopo pochi secondi Sepe interviene pericolosamente su Muriel, ma non sembrano esserci gli estremi per il penalty. Corretta invece la decisione di annullare il goal di Di Natale, pescato in netto fuorigioco. Per il resto corretta la distribuzione dei cartellini.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Antonio Di Natale. Anno nuovo, stesso Di Natale: il capitano bianconero si conferma implacabile bomber in area di rigore avversaria. Mette la gara sul binario giusto con una freddezza stupefacente.

IL PEGGIORE - Vincent Laurini. Nel primo tempo è il migliore dei suoi con grande qualità in fase di spinta. Rovina tutto nella ripresa con lo sciagurato assist a Di Natale, che di fatto chiude il match.

Sullo stesso argomento