thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 07 aprile 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Communale Friuli, Udine
  • Arbitro: A. Damato
  • • Spettatori: 16000
3
FIN
1

Udinese-Chievo 3-1: Lo show di Di Natale fa volare i friulani, per i 'Mussi Volanti' continua il mal di trasferta

Udinese-Chievo 3-1: Lo show di Di Natale fa volare i friulani, per i 'Mussi Volanti' continua il mal di trasferta

Getty Images

Superlativa è stata la prestazione di 'Totò' che ha tirato fuori dal cilindro un goal meraviglioso. Papp ha ridotto lo svantaggio ma nel finale Benatia chiude qualsiasi discorso.

Vittoria convincente dell'Udinese che grazie ad una prestazione superlativa di Di Natale riesce a fare bottino pieno contro il Chievo. Il numero 10 bianconero ha prima sfruttato un errore di Puggioni e successivamente ha inventato un goal da cineteca. I clivensi hanno provato a riaprire il match con Papp ma Benatia, nel finale, ha chiuso definitavamente i giochi.

FORMAZIONI - Nell'Udinese Guidolin può contare su tutti gli uomini della rosa e, pertanto, schiera la formazione titolare che dà maggiori garanzie. Basta e Pasquale giostrano sulle fasce con Lazzari ed Allan perni di centrocampo. Maicosuel e Pereyra agiscono alle spalle dell'unica punta Di Natale. Solo panchina per Muriel.

Corini, dal canto suo, non può contare su ben quattro squalificati. Quindi c'è Papp al centro della difesa in luogo di Dainelli e Guana in sostituzione di Cofie. La coppia d'attacco è formata da Pellissier e Thereau.

PRIMO TEMPO - La squadra di casa prende subito la partita in mano con Pereyra ed Allan che, sin dalle primissime battute, impensieriscono con tiri dalla distanza Puggioni bravo a farsi trovare attento. Ma per il portiere clivense l'errore è dietro l'angolo. Anzi, sarebbe meglio classificarlo come orrore.

Su un passaggio all'indietro, invece di rilanciare subito l'azione, Puggioni gigioneggia con la palla e permette l'intervento a Di Natale che incredulo riesce a portare in vantaggio i bianconeri con tanto di dedica a Califano. Una mossa che costa tanto all'attaccante napoletano che, diffidato, salterà il prossimo match contro il Parma.

Non passano neanche cinque minuti che lo stesso numero 10 inventa un numero da favola che permette all'Udinese di incrementare l'attivo. Su lancio dalla destra, 'Totò' si coordina alla perfezione e fa partire una voleè ad incrociare sulla quale Puggioni proprio non può intervenire.

Il Chievo non si perde d'animo e alla prima vera occasione accorcia le distanze. La firma è del rumeno Papp che prima colpisce il palo con una zuccata ma poi ribadisce in rete con un tocco sottomisura che finisce alle spalle di Brkic.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre senza sostituzioni e con il Chievo alla ricerca del goal del pareggio. La palla buona capita sui piedi di Pellissier che, quasi a tu per tu con Brkic, calcia addosso al portiere gialloblù.

Puggioni si riscatta parzialmente sulla botta dalla distanza ben calibrata da Lazzari, destinata ad infilarsi sotto il sette. L'Udinese soffre un po' le ripartenze avversarie e Guidolin cambia qualche interprete in mezzo al campo.

Sostituzioni che sembrerebbero premiare la scelta del tecnico se non fosse che Di Natale spreca malamente il pallone della tripletta offerto generosamente da Muriel. Il giovane attaccante colombiano si rende autore di continue accelerate che mandano in confusione la retroguardia clivense.

Dall'altra parte Thereau prova a mettere in mostra le sue qualità ma fanno buona guardia i difensori friulani. Danilo, in particolare, cerca la goia personale con una conclusione di controbalzo che finisce tra le braccia di Puggioni.

Nel finale la squadra di Guidolin chiude definitivamente i giochi con Benatia che, arrivando dalle retrovie, spinge con giustezza in rete l'assist preciso di Di Natale, grande protagonista di questo pomeriggio al 'Friuli'. Il triplice fischio dell'arbitro Damato decreta la vittoria dei bianconeri.

CHIAVE - Indubbiamente l'errore di Puggioni risulta determinante per sconvolgere gli equilibri. Il portiere clivense la fa grossa controllando malamente un pallone sulla linea di porta e regalando a Di Natale il più facile dei tap-in.

MOV
IOLA - Pomeriggio abbastanza tranquillo per l'arbitro Damato che si deve limitare a sanzionare solo gli interventi più duri. Giusta anch l'ammonizione per Di Natale che si toglie la maglietta come segno di esultanza dopo la prima rete siglata.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Di Natale. Un goal da antologia per Totò, che ricorda molto quello di Totti di alcuni anni fa contro la Sampdoria. Speriamo davvero che questo non sia il suo ultimo anno, per poter gustare anche il prossimo anno delle perle così.

IL PEGGIORE - Puggioni. Una papera colossale in occasione del primo goal, poi compie una bella parata nel secondo tempo su Lazzari ma non è sufficiente per farsi perdonare.

Sullo stesso argomento