thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 15 settembre 2013
  • • 15.00
  • • Stadio Communale Friuli, Udine
  • Arbitro: D. Doveri
  • • Spettatori: 10030
1
FIN
1

Udinese-Bologna 1-1: Di Natale risponde alla perla di Diamanti, regna l'equilibrio al 'Friuli'

Un calcio di punizione perfetto del fantasista rossoblù sblocca un match piuttosto equilibrato e compassato. Ma a pochi minuti dal termine Di Natale firma il pareggio.

Il Bologna esce con un punto prezioso dal campo dell'Udinese. Match piuttosto equilibrato, giocato su ritmi bassi e con poche emozioni. Parte meglio la formazione bianconera, che nel primo tempo crea diverse palle-goal ma trova un Curci in grande forma. Nella ripresa Diamanti sblocca il match con una traiettoria perfetta su calcio di punizione, ma a pochi minuti dal termine arriva la firma di capitan Di Natale, che festeggia al meglio le 300 presenze nel club.

FORMAZIONI - Guidolin si affida al classico 3-5-2 e conferma la coppia-goal formata da Di Natale e Muriel. A centrocampo recuperato Badu, che affianca Pereyra e Allan, con Lazzari e Gabriel Silva sulle fasce. In difesa Naldo completa il trio, con Danilo e Domizzi.

Pioli risponde gettando nella mischia Moscardelli accanto a Bianchi, con Diamanti che opera alle loro spalle sulla trequarti. Davanti alla difesa c'è Pazienza, mentre Della Rocca e Kone sono gli altri due centrocampisti. I due centrali di difesa sono Natali e Antonsson, Garics sulla destra e Cech riproposto sull'out di sinistra.

PRIMO TEMPO - Il match del 'Friuli' comincia su ritmi piuttosto bassi, con le due squadre che si studiano a centrocampo. Con il passare dei minuti l'Udinese cerca di alzare il proprio baricentro, ma il Bologna chiude bene ogni spazio e riparte con grande efficacia sfruttando i tre uomini offensivi. E sono proprio gli ospiti a creare la prima occasione della partita, con Moscardelli che non impatta bene il pallone da buona posizione in area.

La reazione dei padroni di casa è però immediata: prima Di Natale trova un grande Curci sulla sua strada a due passi dalla porta, poi Lazzari e Muriel tentano la conclusione, ma il portiere rossoblù tiene ancora a galla i suoi. Nel finale di primo tempo c'è spazio per un'altra conclusione bianconera: Pereyra sfiora il palo alla sinistra del portiere avversario con un'insidiosa deviazione di testa, ma la palla esce di poco.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa la formazione di Guidolin non riesce più a trovare la via della porta ed il ritmo cala ulteriormente. L'occasione più ghiotta capita sulla testa di Moscardelli, che sfiora il palo su cross perfetto di Diamanti. Al 71' il match viene sbloccato da una magia dello stesso Diamanti, che disegna una traiettoria perfetta all'incrocio dei pali.

A questo punto l'Udinese prova a reagire ed alza ulteriormente il baricentro, concedendo però il fianco alle ripartenze ospiti. Guidolin inserisce Maicosuel e la manovra offensiva prende vivacità. Il guizzo decisivo è del solito Di Natale, che scarica in rete un bell'assist di Muriel, festeggiando nel migliore dei modi i 300 gettoni con il club friulano. Nel finale la stanchezza prende il sopravvento e le due squadre non riescono a produrre ulteriori pericoli.

LA CHIAVE - La tecnica infinita di Diamanti e l'incredibile fiuto del goal di Di Natale vivacizzano e decidono un match piuttosto avaro di emozioni. I due gesti tecnici stabilizzano il match in parità e deliziano il pubblico del 'Friuli'.

MOVIOLA - Partita tranquilla per il direttore di gara, che è bravo nella gestione dei cartellini e non è chiamato a decidere su episodi importanti.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Antonio Di Natale. Festeggia le 300 presenze in maglia bianconera con un goal tanto bello quanto importante nel finale. Cerca sempre la giocata giusta durante il match, anche se non trova molti spazi.

IL PEGGIORE - Roberto Pereyra. Ha il difficile compito di sostituire Basta sull'out di destra ma spinge pochissimo e si propone con il contagocce: l'Udinese avrebbe bisogno dei suoi inserimenti.

Sullo stesso argomento