thumbnail Ciao,
Diretta Live

Premier League

  • 28 novembre 2012
  • • 20.45
  • • White Hart Lane, London
  • Arbitro: P. Dowd
  • • Spettatori: 36162
2
FIN
1

Tottenham-Liverpool 2-1: Lennon e Bale stendono i 'Reds', 'Spurs' in risalita

Tottenham-Liverpool 2-1: Lennon e Bale stendono i 'Reds', 'Spurs' in risalita

Getty Images

Gli uomini di Villas-Boas battono il Liverpool e agganciano l'Arsenal in classifica: decidono Lennon e Bale in un quarto d'ora, non basta ai 'Reds' l'autorete dello stesso Bale.

Il Tottenham vince per 2-1 nella sfida contro il Liverpool. Nel primo tempo la squadra di Vilas-Boas domina e legittima il vantaggio, grazie ad uno straordinario Bale. Nella ripresa la gara cambia completamente, la squadra di Rodgers reagisce, trova il gol del 2-1 e sfiora anche il pareggio ma il forcing finale non basta. Tre punti preziosi per il Tottenham, ennesimo risultato negativo per il Liverpool in una stagione che sembra destinata ad una normale mediocrità.

FORMAZIONI - Gli Spurs si presentano con un 4-5-1, Defoe è l'unica punta, a sostegno c'è il trio formato da Lennon,Dempsey e Bale. In mezzo al campo c'è il ritorno di Dembelè insieme al brasiliano Sandro. In difesa il belga Vertonghen gioca sulla sinistra, Gallas e Dawson sono i centrali, Walker completa il reparto a destra.

Il Liverpool di Rodgers si schiera con un 4-5-1. Luis Suarez è l'unica punta, alle sue spalle giocano Sterling,Henderson e Josè Enrique. La coppia in mezzo al campo è formata da Gerrard e dal giovane Allen.

PRIMO TEMPO - Gara spettacolare fin dai primissimi minuti. Bale inizia subito alla grande e le sue sgroppate mettono in grandissima difficoltà la retroguardia del Liverpool. Al 5' il gallese sfiora il gol su punizione ma Reina si salva in due tempi. Neanche un minuto dopo arriva il vantaggio per gli Spurs, il tutto parte ancora dai piedi di Bale che semina la difesa del Liverpool e mette il pallone in mezzo per Lennon che spinge la palla in rete.

Subito vantaggio per il Tottenham che è partito con la quinta inserita. Il Liverpool prova a reagire, grazie soprattutto alle giocate di Luis Suarez. L'attaccante uruguagio sfiora il pareggio al 10' ma Lloris si salva in uscita. Al 15' c'è un'altra grande occasione per i Reds ma Henderson la spreca, calciando a lato da buona posizione dopo una pessima uscita di Lloris.

La regola del calcio, si sa, è spietata: gol sbagliato, gol subito. Infatti al 16' arriva il raddoppio del Tottenham su punizione calciata da Gareth Bale. La traiettoria del pallone inganna Reina, il portiere spagnolo viene completamente spiazzato e fa una brutta figura.

I Reds provano a dare una scossa alla loro partita ma in mezzo al campo Gerrard e Allen fanno davvero fatica e perdono troppi palloni. L'unico giocatore in palla nella squadra di Rodgers è il solito Suarez, in grado di mettere da solo in difficoltà la difesa del Tottenham. Al 35' Suarez sfiora il gol del 2-1 ma Walker salva sulla line e sventa il pericolo in tempo.

Nel finale di primo tempo il Liverpool riesce a giocare meglio e a creare maggiori pericoli ma si va, comunque, negli spogliatoi sul 2-0 per il Tottenham. Gli Spurs hanno dominato per larghi tratti la partita nei primi 45'.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa è il Liverpool a prendere in mano la partita. I Reds entrano in campo con un altro piglio per cercare di riagguantare la gara, mentre il Tottenham si limita ad aspettare e controllare il risultato. Le occasioni, però, latitano, soprattutto nel primo quarto d'ora della ripresa.

Rodgers procede allora ad un paio di cambi, dentro Shelvey e Assaidi, fuori Henderson e Downing. Anche Vilas-Boas corre ai ripari e inserisce Sigurdsson per Dempsey, un cambio difensivo per dare maggiore copertura al centrocampo. Al 69' è il Tottenham a sfiorare il gol del 3-0 con una punizione di Bale ma la palla sorvola la traversa di poco.

Due minuti dopo arriva il gol dei Reds, in realtà si tratta di un clamoroso autogol dello stesso Bale, colpito in faccia da un rinvio di Lennon dopo un colpo di testa di Gerrard. Dopo la rete il Liverpool cinge d'assedio la retroguardia degli Spurs.

L'ultimo quarto d'ora è una vera sofferenza per il Tottenham, Suarez, Sterling e Josè Enrique sfiorano il goal del pareggio ma il Tottenham ne esce indenne. Finisce 2-1 per la squadra di Vilas-Boas, che soffre più del previsto nel finale ma porta comunque a casa la vittoria.

CHIAVE - La prestazione di Gareth Bale fa la differenza, l'ala gallese gioca una gara spettacolare, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa ha la sfortuna di riaprire la gara con un autogol abbastanza ridicolo, ma quando è così in giornata è praticamente impossibile da fermare.

MOVIOLA - Dowd gestisce bene la gara, pochi cartellini ma tanta autorità nelle situazioni che contano. Giusta la decisione nel finale di non concedere il rigore a Suarez, Gallas tocca il pallone prima e solo dopo l'attaccante dei Reds.

Sullo stesso argomento