thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 17 marzo 2014
  • • 19.00
  • • Stadio Olimpico di Torino, Torino
  • Arbitro: D. Doveri
  • • Spettatori: 21780
0
FIN
1

Torino-Napoli 0-1: Higuain dà la spinta, beffa per i granata

Vittoria fondamentale in chiave terzo posto per il Napoli che, dopo aver rischiato più volte di andare sotto, mata il Torino grazie a un goal di Higuain, contestato dai granata.

Chi sbaglia paga, è una delle leggi del calcio. Il Torino ne ha fatto le spese oggi: dopo aver giocato un’ottima gara, aver preso due pali, aver costretto il portiere avversario a fare gli straordinari, i granata si sono visti scippare la vittoria da un Napoli mai domo che ha approfittato di una probabile svista del direttore di gara per segnare il goal decisivo.

FORMAZIONI – Esclusioni eccellenti in casa torinese: nel 3-5-2 di Giampiero Ventura finiscono in panchina Cerci e Immobile, sostituiti da Barreto e Meggiorini. Inoltre i granata devono far fronte agli infortuni di Pasquale e Masiello ed alla squalifica di Vives. Quindi spazio a Darmian, Glik e Bovo, ultimi due assenti per squalifica contro l’Inter.

Rispetto al match di Oporto di giovedì Rafa Benitez schiera il solito 4-2-3-1 ma cambia uomini: in difesa toglie Britos e mette Fernandez, nella zona nevralgica del campo giocano Jorginho e Inler al posto di Henrique e Behrami. Dietro il solito Higuain fuori Insigne e dentro Mertens.

PRIMO TEMPO – Primi dieci minuti molto combattuti, entrambe le squadre provano ad imbastire dei temi offensivi, ma senza rischiare troppo, ne consegue una completa mancanza di conclusioni a rete.
Il primo tiro in porta della partita porta la firma di Meggiorini al diciottesimo minuto: ben servito in verticale l’attaccante granata entra in area e calcia ad incrociare con il destro, Reina respinge e i suoi difensori recuperano il pallone.

Grande occasione per i napoletani al ventiseiesimo: Jorginho serve Callejon in verticale, l’argentino mette la palla in mezzo rasoterra ma Higuain è in ritardo e non riesce a deviare il pallone. Si fanno vedere anche i granata:  sul cambio di fronte Bovo prende palla sulla trequarti azzurra, avanza e dai trenta metri scaglia una sassata di destro che si stampa sul palo alla sinistra di Reina. Il primo tempo termina senza reti: Torino più pericoloso, mentre il Napoli non impegna mai Padelli.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo comincia con gli stessi undici del primo e con il Toro subito in avanti con El Kaddouri che calcia da fuori, Reina blocca a terra. Si fa vedere anche il Napoli: prima con Ghoulam che mette un pallone pericoloso in mezzo, Hamsik prolunga e per poco Higuain non arriva a deviare in goal. Un minuto dopo l’argentino ci prova da fuori ma Padelli si allunga e respinge.

Il Torino riparte e Meggiorini, ben servito in verticale da Barreto, entra in area, calcia verso la porta di Reina e centra il palo. I granata non demordono e ci provano al  cinquantaquattresimo con darmian che calcia da fuori, la palla va verso l’incrocio dei pali ma Reina vola e mette la palla in calcio d’angolo.

Ventura prova a ravviare il suo attacco al cinquantaseiesimo, entra Immobile al posto di Barreto,
ma è il Napoli ad avere un’ottima occasione con una punizione dal limite: sul pallone si presenta Higuain ma scivola al momento del tiro e la sfera termina ampiamente fuori.

I ritmi si alzano, entra anche Cerci al posto di Meggiorini, i granata sembrano rinvigoriti e vanno vicini al goal con Immobile che affonda sulla sinistra, entra in area e calcia verso Reina che respinge di piede. Il Napoli prova a ripartire ma perde palla, Cerci la recupera e serve ancora Immobile che tutto solo al centro dell’area spara alto.

Il Torino si abbassa troppo, lascia i centrocampisti napoletani liberi di palleggiare a centrocampo, allora sale in cattedra Mertens che ci prova da fuori, ma il suo tiro è respinto prontamente dall’ex portiere del Liverpool. Il belga ci prova ancora  nell’azione seguente, ma l’estremo difensore del Toro gli nega ancora il goal. Ad un minuto dal novantesimo i partenopei trovano l'acuto decisivo: Higuain servito in verticale si scontra con Glik, il direttore di gara lascia correre, il Pipita si presenta davanti a Padelli e lo batte incrociando con il destro.

CHIAVE – Higuain e Reina: il primo si muove molto, lotta tra le maglie granata, cerca ossessivamente il goal e lo trova nel finale. Il secondo è costretto a fare gli straordinari a causa di una difesa non sempre attenta, degni di nota i suoi interventi su Meggiorini nel primo tempo e Darmian nella ripresa.

MOVIOLA – L’episodio più controverso coincide con il goal partenopeo: Glik e Higuain corrono verso il pallone, l’argentino tocca involontariamente il polacco e ne causa la caduta, sarebbe danno procurato e punizione per il Torino. Invece l’arbitro Doveri lascia correre e Higuain si avvia indisturbato verso la porta di Padelli realizzando la rete decisiva.

Dalle Pagelle:

MIGLIORE - Kurtic: Prova in diverse circostanze a sfoderare il destro ma la posizione assegnatagli da Ventura non lo agevola. Regala ad Immobile un assist d'oro.

PEGGIORE - Ghoulam: La prestazione più negativa da quando è arrivato a Napoli. Sbaglia una miriade di palloni.

Sullo stesso argomento