thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 12 gennaio 2014
  • • 12.30
  • • Stadio Olimpico di Torino, Torino
  • Arbitro: P. Valeri
  • • Spettatori: 21258
0
FIN
0

Torino-Fiorentina 0-0: Granata ostici, la Viola non incide

Torino e Fiorentina hanno pareggiato 0-0 nel match dell'ora di pranzo: senza Immobile e Rossi, protagonisti delle rispettive squadre fin qui, è mancato l'assolo decisivo.

Reti bianche tra Fiorentina e Torino nel caldo anticipo di Serie A. Ambedue le squadre soffrono le assenze dei rispettivi bomber: Immobile e Rossi. Così nessuna delle due riesce a scalfire la porta avversaria, deludendo il pubblico con un opaco 0 a 0. Fanno in ogni caso una gran bella figura le due difese, decisamente compatte, e gli attentissimi portieri Padelli e Neto.

FORMAZIONI - Mister Ventura deve fare a meno di Immobile, al suo posto c’è Barreto servito dall’irrinunciabile Cerci. In centrocampo trovano spazio Basha, Gazzi e Farenerud. In difesa ha tempo per dimostrare le sue qualità la promessa Maksimovic.

Montella deve rinunciare a Rossi infortunato ed a Pasqual, in panchina ma acciaccato. Al suo posto c’è Roncaglia. Davanti la soluzione all’enigma offensivo è un tridente formato da Ilicic, Cuadrado e Joaquin con i preziosi inserimenti in area di Borja Valero. In centrocampo dirigono il traffico Mati Fernandez e Pizarro.

PRIMO TEMPO - La soleggiata domenica torinese porta in dote l’avvincente partita tra Torino e Fiorentina. Le due squadre si affrontano sin dai primi minuti a viso aperto: Cerci prova infatti il mancino al 1’ ma è attento Neto sul primo palo.

Al primo quarto una efficiace percurcussione di Joaquin dalla fascia destra produce un cross a favore di Roncaglia che manda alto al volo. Lo scontro è equilibrato, ma i Viola sono leggermente più propositivi e organizzati in fase offensiva. Appena cinque minuti dopo è Borja Valero a ritagliarsi lo spazio per il tiro, dopo un dribbling sulla sinistra, ma il pallone finisce la sua corsa appena fuori dalla porta difesa da Padelli.

Quindi ci prova anche Mati Fernandez dalle linee centrali ma è ancora bravo l’estremo difensore granata a tuffarsi in tempo. Ancora una volta è il metronomo Borja Valero a cercare il tiro, attivissimo in questa prima frazione, ma non trova la porta. Al 38’ sul capovolgimento di fronte si invola Cerci che tira appena può da fuori area, trovando una grande opposizione di Neto sul pallone rasoterra.

La fine del primo tempo è vicina e Cuadrado mette il turbo sulla fascia destra, lascia sul posto la difesa granata e appoggia per il centravanti di giornata: Borja Valero. La sua palla è però troppo strozzata verso il primo palo e non centra nemmeno la porta.

SECONDO TEMPO - Quello dei primi minuti del secondo tempo è un toro scatenato. Cerci impegna prima Neto e poi serve Barretto con un ottimo pallone incredibilmente sprecato dall’attaccante. Al 15’, però, Ilicic serve Borja Valero in area, ma Glik è superbo a coprire in scivolata il tiro dell’attaccante senza commettere alcuna infrazione.

Dopo qualche minuto sorprende la grande ripartenza del Torino, finalizzata da un tiro debole di Barreto, che spreca davanti a Neto. Le squadre cercano di sfondare ma non trovano spazi sufficienti. Al 30’ Iakovenko, subentrato a Ilicic, non coglie un buon cross di Pizarro e l’estremo difensore granata riesce a raccogliere senza particolari problemi la sfera.

Al 35’ Cerci riceve palla sulla sua fascia e con il solito movimento trova lo spazio per insidiare la porta avversaria con un tiro a giro: la palla arriva sul secondo palo dove Meggiorini tutto solo spara sopra la traversa sprecando una buona occasione per la sua squadra.

Poco dopo Roncaglia dimostra che a lui il risultato non piace e con un tiro da distanza siderale per poco non costringe Padelli agli straordinari. Nel finale, continuano alcuni fraseggi a centrocampo ma sembra che il risultato vada bene così ad ambedue le squadre. Uno 0-0 che rispecchia l’equilibrio visto in campo.

CHIAVE - Le difese di ambedue le squadre sono folte e ben organizzate. E’ difficile trovare spazio per i due spacca-difese Cuadrado e Cerci. Meritano un plauso anche i portieri, Neto e Padelli, che si fanno trovare pronti in tutte le occasioni.

MOVIOLA - L’arbitro Valeri ammonisce inevitabilmente Roncaglia per un duro fallo su Cerci. Al 20’ del secondo tempo Cuadrado cade in area, ma Valeri non fischia il rigore: la decisione appare corretta. L’amministrazione dell’incontro è per il resto della partita serena e non riserva situazioni dubbie.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Farnerud. Il Torino ha fatto colpo con l'acquisto dello svedese: motorino sulla destra, ha il piede caldo. Qualità al potere.

IL PEGGIORE - Ilicic. Ha l'ingrato compito di sostituire capocannonier Rossi al centro dell'attacco: abulico si fa vedere solo sulla trequarti, nella sua posizione natuturale.

Sullo stesso argomento