thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 25 novembre 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Olimpico di Torino, Torino
  • Arbitro: A. Damato
  • • Spettatori: 15879
2
FIN
2

Torino-Fiorentina 2-2: Spettacolare pari all'Olimpico, El Hamdaoui salva la Viola

In un match segnato dal terribile scontro aereo tra Glik e Toni, Torino e Fiorentina pareggiano per 2-2. Nel finale decisiva la zampata di El Hamdaoui che evita il ko viola.

Allo stadio 'Olimpico', nel match valido per la quattordicesima giornata di Serie A, il Torino pareggia per 2-2 con la Fiorentina. Sblocca la gara l'ex Cerci al 40', gli ospiti trovano il pari dal dischetto al 73' con Gonzalo Rodriguez. A riportare avanti i padroni di casa è un tiro- cross di Birsa che beffa Vivivano al 75'. I granata trovano il pari all'83' con El Hamdaoui. I viola mancano così il momentaneo sorpasso sull'Inter. La gara è stata segnata dal terribile scontro area avvenuto intorno alla mezz'ora del primo tempo tra Glik e Toni, che ha costretto al cambio entrambi i giocatori.

FORMAZIONI- Ventura torna all'iper offensivo 4-2-4. In difesa Darmian e D'Ambrosio agiranno sulle fasce, la coppia centrale sarà composta da Glik e Ogbonna. In mezzo al campo Basha e Gazzi faranno da scudo alla retroguardia granata. Davanti Meggiorini affiancherà capitan Bianchi, con gli ex Santana e Cerci larghi sulle corsie esterne. Montella conferma il classico 3-5-2. La linea difensiva viola sarà composta da Gonzalo, Savic e Roncaglia. In mezzo al campo, out Pizarro, c'è Olivera insieme ad Aquilani e Borja Valero. Sugli esterni agiranno Pasqual e Cuadrado. In avanti, ancora fermo ai box Jovetic, sarà Mati Fernandez a supportare Toni. Panchina per Lijaic.

PRIMO TEMPO- Avvio di gara su ritmi piuttosto blandi, al 17' è la Fiorentina ad avere la prima palla goal del match. Ma Aquilani, di testa, da ottima posizione, manda di poco alto. Al 29', su corner per i granata, tremendo impatto aereo tra Glik e Toni. Il difensore polacco ha la peggio, ed è costretto a lasciare il campo in barella.

Al 37' problema fisico anche per Aquilani, costretto alla resa da un guaio muscolare alla coscia destra. Al suo posto dentro Ljiajc. Tre minuti dopo, a sorpresa, arriva il vantaggio granata. D'Ambrosio crossa rasoterra dalla sinistra, Meggiorni e Bianchi bucano l'intervento, ma Cerci, appostato sul secondo palo, punisce la Viola.

Prima dell'intervallo anche Toni chiede il cambio per i postumi della capocciata con Glik, Montella è così costretto a giocarsi la seconda sostituzione. Tocca a Seferovic. In pieno recupero il Torino sfiora il raddoppio con Santana che, presentatosi al limite dell'area, chiama Viviano alla grande parata. Al 45' è 1-0 Torino.

SECONDO TEMPO- Pronti via, al 51' è ancora lo scatenato Cerci a impegnare severamente Viviano, facendo partire da destra un tiro a giro sul secondo palo. Il portiere ospite vola e sventa il pericolo. Al 59', su corner da sinistra, è però la Fiorentina a sfiorare il pareggio con il solito Gonzalo che, di testa, manda a fil di palo.
 
Quattro minuti più tardi altra occasionissima viola. Grande cross a mezza altezza da sinistra di Pasqual, Seferovic tocca da due passi e colpisce il palo esterno. Al 66' ci prova anche Ljiajc da fuori, Gillet si distende e salva la porta granata.

Al 73' l'episodio che sembra poter cambiare il match. D'Ambrosio atterra Cuadrado in piena area: è rigore. Dal dischetto si presenta Gonzalo Rodriguez che trasforma con freddezza. Passano due minuti e il Torino si riporta in vantaggio, Birsa, subentranto a Cerci, da destra si accentra e fa partire un tiro-cross che beffa Viviano e s'infila sul secondo palo.

Montella decide allora di giocarsi allora la carta El Hamdaoui, ed è proprio la giovane punta a trovare il goal del pareggio all'83' quando, imbeccato dallo scatenato Cuadrado, controlla e batte a rete in un fazzoletto. E' 2-2.

CHIAVE- L'assenza di Pizarro si rivela pesantissima per una Fiorentina che senza il cileno non è riuscita a costruire con la solita fluidità la propria manovra offensiva. Le forzate rinunce agli infortunati Aquilani e Toni a gara in corso hanno ulteriormente complicato il lavoro di Montella, costretto a bruciare due cambi dopo soli quaranta minuti.

MOVIOLA- Nulla di rilevante da segnalare, buona la prestazione del sestetto arbitrale. Netto il rigore assegnato ai viola nella ripresa.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Alessio Cerci. Sulla sua fascia è incontenibile, il giusto premio è il goal dell'1-0 che manda al riposo i suoi in vantaggio.

IL PEGGIORE - Ruben Olivera. Ammonito ad inizio ripresa, rischia a più riprese il secondo giallo: si vede solo una volta nel finale con un tiro che Gillet blocca senza problemi.

Sullo stesso argomento