thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 26 gennaio 2014
  • • 15.00
  • • Stadio Olimpico di Torino, Torino
  • Arbitro: P. Tagliavento
  • • Spettatori: 15187
1
FIN
0

Torino-Atalanta 1-0: Rigore di Cerci, la Dea protesta

Allo stadio 'Olimpico', nel match valido per la ventunesima giornata di Serie A, il Torino batte l'Atalanta per 1-0 grazie ad un discutibile rigore trasformato da Cerci al 60'.

Allo stadio 'Olimpico', nel match valido per la ventunesima giornata di Serie A, il Torino supera per 1-0 l' Atalanta grazie ad un rigore guadagnato e trasformato da Cerci al 60'. Dopo un primo tempo privo di emozioni, la gara si accende nella ripresa, fino all'episodio che decide la gara. Consigli a valanga sullo scatenato Cerci, per Tagliavento è penalty, che l'esterno azzurro non sbaglia. All'Atalanta non bastano gli ingressi di Denis e Moralez, i tre punti sono granata. Nel finale Immobile fallisce il possibile 2-0, sempre dal dischetto.

FORMAZIONI – Se Ventura conferma il Toro della vigilia, schierando i granata con il classico 3-5-2, una vera e propria rivoluzione viene operata da Colantuono, che lascia in panchina Moralez e Denis.

I padroni di casa scendono in campo con Padelli in porta. La linea difensiva è composta da Maksimovic, capitan Glik e Moretti. Darmian e Masiello larghi. In mezzo al campo El Kaddouri viene preferito a Brighi. Davanti i gemelli del goal, Cerci e Immobile.

L’Atalanta risponde con un copertissimo 4-4-1-1. In porta torna Consigli, Benalouane e Brivio nel ruolo di terzini.  A centrocampo recupera Cigarini , in coppia con Carmona. Sulle fasce spazio a Raimondi e Bonaventura, davanti Brienza agisce dietro l’unica punta Livaja.

PRIMO TEMPO – Discreto l’avvio di gara del Torino, con i granata che provano a intimorire gli ospiti chiudendoli nella propria metà campo. Operazione fallita presto dato che, nella prima mezz’ora di gioco, sono gli orobici a tenere in mano il pallino a centrocampo.

Di occasioni da goal però, neppure l’ombra. Buona la manovra degli uomini di Colantuono fino alla trequarti, ai quali manca sempre l’ultimo passaggio. Per nulla ispirato Brienza, mai pericoloso l’ex Inter, Livaja.

Gli unici guizzi del Torino arrivano dal solito Cerci, scatenato sull’out destro ma poco seguito dai compagni. Pomeriggio no per il gemello del goal, Ciro Immobile. Polveri bagnate e scarsa precisione in fase di impostazione.  Si va al riposo sullo 0-0, dopo quarantacinque minuti a dir poco soporiferi.

SECONDO TEMPO – Tutta un’altra storia ad inizio ripresa, quando Immobile spreca un favorevolissimo contropiede sbagliando il controllo e permettendo a Yepes di chiuderlo sul più bello. Al 58’ è l’Atalanta ad avere  la grande occasione per portarsi in vantaggio con il neo-entrato Denis che manca la deviazione sotto porta su delizioso suggerimento di Bonaventura.

Fallito il goal, gli ospiti lo subiscono, anche se dal dischetto. Non limpida l’azione che porta Tagliavento ad assegnare il penalty, Cerci però non trema e spiazza Consigli, regalando l’1-0 al Torino. L’Atalanta non si arrende e parte all’attacco, sfiorando il pareggio in almeno due occasione, sempre di testa.

Al 71’ ci prova Stendardo, sugli sviluppi di un corner, ma la palla finisce a lato. Sette minuti dopo tocca a Denis, ma stavola è Padelli ad esaltarsi. In pieno recupero però il Torino colpisce di rimessa, e Darmian (affossato da Brivio, espulso), conquista il secondo rigore di giornata.

Con Cerci uscito per infortunio tocca a Immobile, Consigli intuisce e blocca. Dopo un altro paio di occasioni sfruttate male da Meggiorini ecco il triplice fischio finale. Il Torino vince, le polemiche non mancheranno.

CHIAVE - Dopo un’ora di solo batti e ribatti a centrocampo, tutto cambia nella ripresa. Il generoso rigore concesso da Tagliavento spacca la partita, obbligando l’Atalanta a scoprirsi e permettendo al Torino di colpire in contropiede. Cervellotica la scelta operata da Colantuono, che esclude dall'undici titolare Moralez e Denis.

MOVIOLA – Dopo la non impeccabile prestazione in Coppa Italia, Tagliavento si ripete punendo in modo troppo severo l’uscita di Consigli su Cerci. Il portiere dell’Atalanta, in volo plastico, pare colpire la palla prima di essere travolto dall’esterno granata. Dubbi anche sul secondo rigore concesso al Torino, Darmian commette fallo su Yepes.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE -  Alessio Cerci: Come sempre, più di sempre, semplicemente il migliore in campo. Sprinta nel primo tempo, accelera nella ripresa, si guadagna e trasfortma il rigore decisivo. Cosa volere di più?

IL PEGGIORE - Marco Livaja: Colantuono lo preferisce a Denis. E fa male. Non la prende mai, sempre troppo confusionario quando entra in possesso di palla.

Sullo stesso argomento