thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 02 dicembre 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Comunale Artemio Franchi - Montepaschi Arena, Siena
  • Arbitro: P. Mazzoleni
  • • Spettatori: 10291
1
FIN
3

Siena-Roma 1-3: Lupa affamata al Franchi, ci pensano Destro e Perrotta a saziarla

Nel secondo tempo la squadra di Zeman preme sull'acceleratore e, prima trova il pareggio con Destro, poi la chiude grazie a Perrotta e lo stesso Destro.

Continua la striscia positiva della Roma che s'impone anche sul campo del Siena. I giallorossi, dopo un primo tempo anonimo, hanno trovato la forza di reagire che gli ha permesso di ribaltare il risultato. La squadra di casa, dopo il vantaggio, non si è più affacciata dalle parti di Goicoechea confermandosi all'ultimo posto della classifica.

FORMAZIONI - Cosmi conferma la stessa formazione che ha pareggiato a Verona, ad eccezione dell'infortunato Angelo che lascia il posto a Sestu. Valiani e Rosina giocano sulla trequarti a supporto dell'unica punta Calaiò. Si rivede in panchina D'Agostino.

Zeman, dal canto suo, oltre a Lamela deve rinunciare a Osvaldo che figura tra le riserve per un problema fisico solo parzialmente smaltito. Pertanto il perno offensivo diventa Destro con Totti e Pjanic ai suoi lati. Torna titolare Tachtsidis in cabina di regia. De Rossi sconta l'ultima giornata di squalifica.

PRIMO TEMPO - E' la Roma a prendere le redini del gioco, attaccando sin dalle prime battute l'area di rigore senese pur non riuscendo a costruire nitide occasioni da rete. Il Siena, da par suo, preferisce attendere la squadra di Zeman nella propria trequarti per poi provare a colpirla in contropiede.

Manovra che, se da una parte, permette ai bianconeri di coprire tutti gli spazi, dall'altra lascia l'iniziativa ai capitolini che vanno vicini al vantaggio prima con Castan, che non riesce a calibrare a dovere una deviazione sottomisura, e subito dopo con la rasoiata di Florenzi che riscalda i guantoni di Pegolo.

La partita fatica a decollare, colpa anche delle pessime condizioni del terreno di gioco che impedisce ai giocatori più tecnici di mettersi in luce. Alla prima vera opportunità la squadra di casa sblocca il risultato con il portoghese Neto che incorna con grande precisione il calcio d'angolo battuto da Valiani e sigla così il suo primo goal nel nostro campionato.

Vantaggio che sembra rinvigorire il gioco del Siena che, qualche minuto più tardi, va vicinissimo al raddoppio con Rosina che spreca di testa a pochi metri dalla porta. I giallorossi provano a reagire ma davanti si sente troppo l'assenza di Osvaldo, con Destro che non riesce a pungere davanti al suo ex pubblico.

Proprio da un fallo subito dal giovane attaccante al limite dell'area avversaria nasce l'opportunità per la Roma di pareggiare i conti ma sulla punizione bomba di Totti si esalta con un grande intervento Pegolo. E' questa l'ultima vera fiammata della prima frazione che la 'Lupa' chiude in avanti senza riuscire, però, a graffiare.   

SECONDO TEMPO - Si aprono senza sostituzioni i secondi 45 minuti di gioco che ripartono sulla stessa falsa riga del primo tempo con la Roma in avanti ma nè Desto nè Pjanic riescono a trovare lo specchio della porta.

La squadra di Cosmi fatica a liberarsi dalla morsa giallorossa e, proprio per questo, il vulcanico allenatore si affida alla velocità di Reginaldo. Il copione, tuttavia, non cambia con Destro che per un niente non arriva sul cross pennellato di Bradley al termine di una pregevole azione corale.

Ci prova anche Tachtsidis dalla grande distanza ma la sua conclusione finisce largamente sopra la traversa. E' il preludio alla rete del pareggio che arriva proprio con l'ex Destro che, di testa, non lascia scampo all'incolpevole Pegolo. E' un goal di rabbia quello del numero 22 che esulta con grande veemenza.

Spinge la Roma che vuole portare a casa il bottino pieno ma sul sinistro al volo di Pjanic è miracolosa l'opposizione della retroguardia senese. Quindi arriva il tentativo di Florenzi che da posizione defilata trova solo le braccia dell'estremo difensore bianconero.

La palla buona arriva sui piedi di Totti che, smarcato dal tocco pregevole di Pjanic, da posizione defilata preferisce concludere piuttosto che il suggerimento in mezzo ma la sfera finisce di poco sopra la traversa.

La Roma ci crede e proprio nelle battute finali trova la rete del vantaggio con il neo entrato Perrotta che scarica alle spalle di Pegolo un destro ben angolato. Il discorso si chiude definitivamente quando Destro, ben lanciato da Pjanic, sigla la doppietta personale. E' il goal del 1-3 che viene sancito dal triplice fischio di Mazzoleni.

CHIAVE - Mattia Destro finalmente si è preso la Roma. Il giovane attaccante, proprio contro la sua ex squadra, sfodera una grande prestazione con una doppietta che risulta determinante.

MOVIOLA - Gara sostanzialmente corretta al 'Franchi' dove le due squadre non si sono certo risparmiate. Nel primo tempo c'è da segnalare un contatto in area giallorossa con Calaiò che va giù ma per l'arbitro Mazzoleni non ci sono gli estremi per concedere il penalty. Anche nella seconda frazione il Siena recrimina la mancata assegnazione di un calcio di rigore ma anche questa volta sembra vederci bene il fischietto di Bergamo.

Dalle Pagelle:

IL MIGLIORE - Mattia Destro. Era la sua partita. Ha firmato la vittoria con la doppietta personale. Decisivo. Nel primo tempo era parso nascondersi un pò troppo dal gioco, forse intimidito dai suoi ex colori.

IL PEGGIORE - Simone Vergassola. Il capitano sfodera un prestazione non degna di lui. Impreciso negli appoggi e quasi mai aiuta i compagni a contrastare le azioni degli avversari.

Sullo stesso argomento