thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 18 novembre 2012
  • • 15.00
  • • Stadio Comunale Artemio Franchi - Montepaschi Arena, Siena
  • Arbitro: M. Irrati
  • • Spettatori: 9500
1
FIN
0

Siena-Pescara 1-0: Valiani segna e Pegolo para un rigore, va ai bianconeri lo scontro diretto

Siena-Pescara 1-0: Valiani segna e Pegolo para un rigore, va ai bianconeri lo scontro diretto

Getty Images

Il sinistro dell'ex parmense trafigge Perin e regala i 3 punti a Cosmi (espulso). Ma fondamentale è anche la respinta del portiere senese sul penalty di Vukusic.

E’ la classica gara da 6 punti. Se l’aggiudica il Siena, che batte per 1-0 il Pescara grazie a una rete di Francesco Valiani. Fondamentale, come la parata di Pegolo sul rigore di Vukusic. Abruzzesi poco pericolosi in avanti, se si eccettuano le punizioni di Quintero e la vivacità di Caprari. E così ad esultare è Cosmi, espulso a fine primo tempo: il suo Siena conquista il secondo successo consecutivo tra le mura amiche e torna a sognare una salvezza più che mai possibile.

FORMAZIONI – Cosmi punta sul consueto 3-4-2-1, dando fiducia a Valiani sulla trequarti al posto di Zé Eduardo. Sulla fascia sinistra del centrocampo a quattro c’è Rubin, mentre in difesa l’infortunato Paci è rimpiazzato da Felipe. Stroppa dà ancora fiducia ad Abbruscato e lo affianca a Vukusic, preferito a Jonathas. Capuano e Balzano giocano dall’inizio in detrimento di Romagnoli e Modesto.

PRIMO TEMPO – A tentare qualche offensiva è soprattutto il Siena, che gioca in casa, ha una classifica peggiore e dunque maggiore necessità di vittoria. Ma a creare per primo un paio di spaventi è il Pescara: Vukusic si rende pericoloso col sinistro, impegnando Pegolo in corner. Sarà una delle poche iniziative abruzzesi nel corso del primo tempo. Da lì in poi, si vedranno soltanto o quasi i toscani.

Tante, e clamorose, le occasioni da goal create dalla squadra di Cosmi. Rosina cicca col destro a due passi da Perin, Calaiò colpisce un palo clamoroso al termine di un’azione infinita. Alla fine, a sbloccare il risultato ci pensa Valiani: splendida imbeccata di Vergassola e sinistro incrociato, altrettanto bello, dell’ex parmense, che timbra l’1-0. Ma il primo tempo ha ancora molto da raccontare.

Al 44’, infatti, Vukusic è atterrato in area da uno svagato Contini: è rigore, che lo stesso attaccante croato si fa però respingere da Pegolo. E sul contropiede successivo, col Pescara tutto proteso in avanti, un solissimo Calaiò potrebbe fare 2-0, ma sbaglia incredibilmente col destro l’occasione buona. Mandando su tutte le furie Cosmi, espulso da Irrati per ‘eccesso di foga’.

SECONDO TEMPO – Il Pescara, demoralizzato, deve fare qualcosa di più. Su azione la squadra di Stroppa crea poco, mentre su punizione è Quintero a rendersi pericoloso in un paio di circostanze, ma Pegolo è sempre reattivo e gli nega sempre il goal. Dall’altra parte Calaiò potrebbe raddoppiare ancora, ma Perin è strepitoso e alza sulla traversa il sinistro dell’attaccante bianconero.

L’essenza della gara è chiara: il Siena deve difendere il vantaggio, il Pescara si getta in avanti alla ricerca del pari. Ma per lungo tempo, anche a causa dell’evanescenza di Abbruscato, gli uomini di Stroppa creano poco o nulla. E Pegolo è costretto a sporcare seriamente i guanti solo su un destro da fuori del neo entrato Caprari, respinto coi pugni dal portiere vicentino.

Il finale dovrebbe essere all’arma bianca, per il Pescara. E invece ad andare più vicino al goal è il Siena, che in contropiede si propone bene col neo entrato Sestu ma spreca buone opportunità. In un paio di ripartenze, gli abruzzesi perdono altrettanti uomini: Capuano e Zanon, per trattenute su un Calaiò lanciato a rete. Cosmi esulta, Stroppa rassegna le dimissioni.

CHIAVE – Sono due: la rete dell’1-0 di Valiani, che decide un match sentitissimo e fondamentale per entrambe, e la parata che Pegolo compie sul rigore di Vukusic. Due episodi che indirizzano lo scontro diretto verso la formazione di Cosmi.

MOVIOLA – Una decisione importante per Irrati, e l’arbitro di Pistoia non la sbaglia: il fallo di Contini su Vukusic è netto, giusto assegnare il calcio di rigore al Pescara a fine primo tempo. Chiare, nel finale, le espulsioni di Capuano e Zanon.

Dalle pagelle

IL MIGLIORE - Pegolo. Paratutto bianconero. Quando è impegnato risponde sempre: sulle punizioni di Quintero, ma soprattutto sul rigore di Vukusic.

IL PEGGIORE - Abbruscato. Invisibile. Non porta pericoli né con palla a terra né – la sua specialità – per via aerea.

Sullo stesso argomento