thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 30 ottobre 2013
  • • 20.45
  • • Stadio Città del Tricolore, Reggio Emilia
  • Arbitro: R. Pinzani
  • • Spettatori: 9315
1
FIN
2

Sassuolo-Udinese 1-2: Muriel guarisce il 'mal di trasferta' della banda Guidolin

Prima vittoria in trasferta per l'Udinese, che espugna il Maipei Stadium grazie a Di Natale, Muriel e Brkic, miracoloso in alcuni interventi. Pari momentaneo di Zaza, poi espulso.

Soffre ma riesce finalmente a guarire dal 'mal di trasferta' l'Udinese. La banda Guidolin ha violato il Mapei Stadium grazie alle reti di Totò Di Natale e Muriel, ma deve ringraziare Brkic se alla fine un Sassuolo tutto cuore, in dieci per l'espulsione ingenua di Zaza, non ha trovato il pareggio che probabilmente avrebbe meritato.

FORMAZIONI -
Due sorprese negli schieramenti iniziali. Una la fa Di Francesco, schierando Zaza unica punta e lasciando Berardi e Floro Flores in panchina, l'altra Guidolin lanciando dal primo minuto Tòtò Di Natale, che sembrava destinato a rifiatare.  Il capitano bianconero gioca in tandem con Muriel nel 3-5-2, Sassuolo col 3-5-1-1.

PRIMO TEMPO -
Al Mapei Stadium le condizioni climatiche sono buone, ma la gara vive di lampi. Succede così che nel giro di pochi secondi, prima Zaza viene neutralizzato da un'ottima uscita del rientrante Brkic e poi Ziegler si addormenta, stendendo in area di rigore Basta che gli aveva soffiato il pallone. Sul dischetto si presenta Di Natale, che con freddezza spiazza Pegolo.

Un minuto dopo Schelotto è costretto a lasciare il campo per infortunio, mentre il suo Sassuolo soffre a trovare spazi e ci prova ripetutamente con prevedibili lanci lunghi. Prevedibili per un difensore esperto, ma non per Naldo che conta male i rimbalzi, si fa sfuggire Zaza e sta a guardare mentre il 10 neroverde fa 1-1.
Il tutto accade in circa otto minuti, per il resto il primo tempo è caratterizzato da tanti errori  individuali, alcuni banali come quelli che hanno portato ai due goal.

SECONDO TEMPO -
Si procede sulla falsa riga della prima frazione, stavolta il lampo è di Muriel. Il colombiano non sembrava essere affatto in serata, ma gli basta il pallone giusto (servito da Pereyra, dopo una splendida cavalcata) per disegnare un arcobaleno che finisce alle spalle di Pegolo. Il Sassuolo accusa il colpo, ma non molla.

Zaza assapora il pari, ma trova sulla sua strada un grande Brkic, che dà sicurezza a tutto il reparto. Naldo prova  a farsi perdonare dell'errore del primo tempo, ma fallisce il tris facendosi parare da pochi passi la conclusione da Pegolo. Di Francesco le prova tutte: manda dentro Berardi e passa al tridente, che diventa presto tandem per un fallaccio (evitabilissimo) su Gabriel Silva che costa a Zaza il rosso diretto.

Sembra tutto facile per l'Udinese, che invece soffre maledettamente la pressione nel finale dei neroverdi, trascinati Berardi, e deve ringraziare un super Brkic se torna dal Mapei Stadium con in primi tre punti in trasferta della stagione.

CHIAVE -
Le difese sbagliano tanto ed i primi due goal nascono dagli errori individuali di Ziegler e Naldo. L'epulsione di Zaza avrebbe dovuto affossare i neroverdi, che invece si sono caricati e messo sotto un'Udinese letteralmente spaesata. Se non ci fosse stato Brkic staremo parlando del grande pareggio del Sassuolo.

MOVIOLA -
Tanti gli episodi dubbi. Pinzani concede giustamente il rigore all'Udinese per fallo di Ziegler su Basta, ma non vede il fallo di mano di Danilo in area di rigore che ha scatenato le proteste di Berardi e compagni. L'Udinese reclama inoltre per due rigori non concessi a Muriel e Di Natale dopo due rischiosi contatti con Antei. E' apparsa netta, invece, l'epulsione di Zaza. Fallo brutto ed ingenuo dell'attaccante.

Dalle pagelle:


IL MIGLIORE - Brkic. Un rientro con i fiocchi. Para tutto, salva i suoi dal clamoroso pareggio e dà sicurezza all'intero reparto. Con un Brkic così l'Udinese ha un'arma in più.

IL PEGGIORE - Naldo. Fa una brutta figura in occasione dell'1-1 facendosi sfuggire Zaza e nel finale, quando il Sassuolo attacca a testa bassa, è il primo a traballare.

Sullo stesso argomento