thumbnail Ciao,
Diretta Live

Serie A

  • 26 marzo 2014
  • • 20.45
  • • Stadio Città del Tricolore, Reggio Emilia
  • Arbitro: M. Irrati
  • • Spettatori: 11947
1
FIN
2

Sassuolo-Sampdoria 1-2: Sansone e Okaka abbattono i neroverdi

Sono bastati solo 16 secondi a Sansone per portare in vantaggio la Sampdoria al 'Città del Tricolore'. E' il goal più veloce di questa stagione di A, almeno finora.

Allo Stadio 'Città del Tricolore' di Reggio Emilia, il Sassuolo ha affrontato la Sampdoria in un match valido per la 30ª giornata di Serie A. Alla fine di un match combattuto sono stati i blucerchiati a lasciare il campo col risultato di 2-1 a favore e coi tre punti in tasca.

FORMAZIONI - Dopo la squalifica, nel Sassuolo torna Domenico Berardi, capocannoniere dei neroverdi: la squadra emiliana lo schiera subito titolare, affiancato da Zaza e Floccari. Indisponibile Sansone, Floro Flores parte dalla panchina. Missiroli ancora titolare a centrocampo, Longhi confermato sulla fascia.

Mihajlovic risponde con Regini e De Silvestri sulle fasce, mentre Wszolek e Renan giostrano a centrocampo. Out Kristicic, panchina per Palombo: in campo c'è Obiang. In attacco Bjarnason e Sansone insieme ad Okaka, panchina per Maxi Lopez.

PRIMO TEMPO - Bastano 16 secondi a Sansone per gelare il Sassuolo e i suoi tifosi. Recuperata palla a centrocampo, Okaka serve Bjarnason che lancia Sansone al limite dell'area doriana. L'attaccante neroverde si bene due difensori e conclude a rete centralmente, Pegolo sembra in traiettoria ma si fa sfilare il pallone al suo fianco e può solo raccoglierlo da fondo alla rete.

Il Sassuolo si scuote subito dallo shock e fra il 3' e l'8' costruisce due buone occasioni da goal, prima con Floccari e poi con Missiroli, ma nella prima è bravo Da Costa a bloccare a terra la conclusione dell'attaccante, poi è il centrocampista blucerchiato a non impattare bene la palla dalla corta distanza, consentendo al portiere di recuperarla.

La Sampdoria è, però, sempre pericolosa e nell'arco di un paio di minuti Okaka ci prova in tre occasioni, nelle prime due è bravo Pegolo a respingere, nell'ultima il diagonale dell'attaccante blucerchiato finisce fuori di poco. Al 16', però, il Sassuolo trova il pareggio, con capitan Longhi che insacca su assist di Zaza. Nell'occasione la posizione di Longhi è sembrata di fuorigioco al momento del passaggio, ma l'arbitro Irrati convalida il goal.

La partita poi non conosce soste, con il Sassuolo che va vicino al goal con Zaza e Missiroli. Al 41' Cannavaro, toccato duro ad un ginocchio, è costretto a lasciare il campo, sostituito da Mendes. L'ultima occasione capita sui piedi di Okaka, che in rovesciata da centro area impegna Pegolo.

SECONDO TEMPO - La ripresa inizia con una Sampdoria determinata a portarsi a casa i tre punti e con Bjarnason va subito vicino al goal, ma trova ancora un Pegolo attento e lesto a tuffarsi sulla sua destra per deviare la conclusione dell'islandese in angolo. Al 54', poi, è Regini con una conclusione dalla distanza a vedere il pallone stamparsi sulla traversa. Anche in questo caso è stato decisivo un tocco di Pegolo.

Il goal doriano è nell'aria e si concretizza al 66', quando Okaka riceve in area un assist di Eder, da poco entrato in campo, e con un pallonetto supera Pegolo in uscita. Il Sassuolo non riesce a scuotersi dal secondo goal doriano ed è anzi la Samp a sfiorare in alcune altre occasioni il terzo goal, in particolare con Sanabria e Eder.

All'88' la Samp rimane in dieci per il doppio giallo rimediato da Regini, ma il Sassuolo non riesce a recuperare la partita, andando solo vicino al goal al 91' con una conclusione dalla distanza di Missiroli deviata in angolo da Da Costa. La Sampdoria vola così a quota 40 punti ed è praticamente salva, mentre il Sassuolo rimane al penultimo posto e vede ridursi ulteriormente le proprie chance di salvezza.

CHIAVE - Il 'fattore Okaka' colpisce ancora. La Sampdoria con Mihajlovic è diventata una squadra molto solida e Okaka sta trovando sempre più una sua dimensione determinante nei successi doriani. Anche oggi segna il goal-partita ed è da lui che parte l'azione per il primo vantaggio firmato Sansone.

MOVIOLA - Partita tutto sommato agevole quella di Irrati, che tiene in pugno una situazione che ad un certo punto della gara si stava facendo esplosiva, con tanti falli da una parte e dall'altra. Giusto anche il rosso per doppio giallo rifilato a Regini nel finale di gara. L'unico errore arbitrale della gara è stato in occasione del goal del Sassuolo, con Longhi che parte, seppur di poco, in fuorigioco al momento dell'assist di Zaza. Nell'occasione, però, è stato più un errore del guardalinee che del direttore di gara.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Okaka. Ancora una partita da migliore in campo per l'attaccante blucerchiato, autore di una partita generosa in cui ha anche segnato il goal-partita.

IL PEGGIORE - Floccari. Prestazione sottotono la sua. Non riesce mai a mettere in difficoltà la retroguardia avversaria.

Sullo stesso argomento